Motor Trend

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il periodico statunitense, vedi Motor Trend (periodico).
Motor Trend
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Tipo tematico
Target individui 15-64 anni
Slogan Inarrestabile
Versioni Motor Trend 576i (SDTV)
(data di lancio: 29 aprile 2018)
Sostituisce Focus
Canali affiliati NOVE
Real Time
Giallo
K2
Frisbee
DMAX
Gruppo Discovery Networks Europe
Editore Discovery Italia
Direttore Laura Carafoli (dal 2018)
Sito motortrendtv.it
Diffusione
Terrestre
Discovery Italia
Rete A 1
Motor Trend (Italia)
DVB-T - FTA
Canale 56 SD
Satellite
Sky Italia
Hot Bird 13B
13.0° Est
Motor Trend (DVB-S - FTV)
11881.00 V - 27500 - 3/4
Canale 418 SD
Tivùsat
Hot Bird 13B
13.0° Est
Motor Trend (DVB-S - FTV)
11881.00 V - 27500 - 3/4
Canale 56 SD

Motor Trend è un canale televisivo italiano dedicato ai motori, edito da Discovery Italia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il canale ha iniziato le trasmissioni il 29 aprile 2018 alle ore 6:00 con la trasmissione Car Crash Tv in sostituzione di Focus, il cui brand è passato nel frattempo nelle mani di Mediaset[1]. Motor Trend è visibile sul canale 56 del digitale terrestre e di Tivùsat, e 418 di Sky Italia, tutti a definizione standard.

Negli Stati Uniti, Motor Trend è un periodico dedicato ai contenuti automotive e sport motoristici. Il brand è entrato a far parte del portfolio Discovery in seguito alla joint venture siglata, lo scorso agosto, con TEN: The Enthusiast Network.[2]

La raccolta pubblicitaria del canale è affidata a Discovery Media, la sales unity interna a Discovery Italia.[2]

Palinsesto[modifica | modifica wikitesto]

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Anno Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Media
anno
2018 - - - - 0,41% 0,49%

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione