Monte Yamato Katsuragi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Yamato Kasuragi
Mount Yamatokatsurag9.jpg
Il monte Yamato Katsuragi visto dal monte Kongō, sotto è visibile la strada per il santuario di Katsuragi
StatoGiappone Giappone
Altezza959,2 m s.l.m.
Coordinate34°27′22″N 135°40′56″E / 34.456111°N 135.682222°E34.456111; 135.682222Coordinate: 34°27′22″N 135°40′56″E / 34.456111°N 135.682222°E34.456111; 135.682222
Altri nomi e significati大和葛城山
Yamato Katsuragi-san
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Giappone
Yamato Kasuragi
Yamato Kasuragi

Il monte Yamato Katsuragi (大和葛城山 Yamato Katsuragi-san?) o semplicemente monte Katsuragi, è una montagna nella catena del Kongō, a cavallo della linea di confine tra Chihayaakasaka e Gose in Giappone, con un'altezza di 959,2 m. Sul suo territorio transita la linea ferroviaria Kintetsu Gose.

Alla base della montagna si trovano diversi santuari shinto e templi buddhisti. La montagna è accessibile attraverso la funivia Kintetsu Katsuragi sul versante orientale, così come lungo diversi sentieri su tutti i versanti. Sulla sommità si trova il rifugio Katsuragi Kogen (葛城高原ロッジ Katsuragi Kōgen Rojji?) e un campeggio, entrambi gestiti dalle autorità locali[1].

Tra gli altri nomi con cui è conosciuto il monte vi sono monte Kaina, monte Kamo, monte Tenshin e picco Shinoga.

Posizione[modifica | modifica wikitesto]

Il monte appartiene alla catena montuosa del Kongō e si trova all'interno del Parco seminazionale di Kongō-Ikoma-Kisen, a circa 8,6 km a nord si trova il monte Nijō, mentre il monte Kongō si trova a circa 5,6 km a sud-sud-ovest. I suoi versanti sorgono dolcemente dalla pianura.

Il monte è stato generato dall'orogenesi ed è composto di granito scistoso ricoperto da un sottile strato di sabbia e suolo alluvionale.[2]

Nomi[modifica | modifica wikitesto]

La catena del Kongō è stata in precedenza chiamata catena Katsuragi (葛城山脈 Katsuragi Sanmyaku?) prima di assumere il nome corrente.[3] Lo Yamato Katsuragi è stato chiamato storicamente in diversi modi: nell'epoca dell'antica Provincia di Yamato è stato chiamato monte Kaina (戒那山 Kaina-san?), monte Tenshin (天神山 Tenshin-san?) e monte Kamo (鴨山 Kamoyama?).[4] Nell'antica Provincia di Kawachi era chiamato picco Shinoga (篠峰 Shinogamine?).[4]

Accesso e attrazioni[modifica | modifica wikitesto]

Sul lato orientale della montagna si trova la funivia Kintetsu Katsuragi che trasporta i visitatori dalla stazione di Tozanguchi (登山口駅 Tozanguchi Eki?) alla base della montagna fino alla stazione Katsuragi Sanjō (葛城山上駅 Katsuragi Sanjō Eki?) vicino alla cima.[5] La funivia è gestita dalle Ferrovie Kintetsu. L'ascesa dura circa cinque minuti ed è lunga 1,4 km.[6]

Il monte è attraversato da diversi sentieri. Il sentiero della cascata Kujira (櫛羅の滝コース Kujira no Taki Kōsu?) serpeggia sotto alla funivia e richiede circa 70-80 minuti per completare la salita. Il sentiero Kitaone (北尾根コース Kitaone Kōsu?) segue un percorso verso nordovest prima di curvare infine verso sudovest e richiede circa due ore per salire in cima alla montagna attraversando campi di rododendri (コバノミツバツツジ kobano mitsuba tsutsuji?) e boschi di faggi vicino al termine del sentiero.[6]

Il sentiero che partendo dal parco Yashiki-yama (屋敷山公園 Kōen?) nella vicina Katsuragi prosegue per circa 3 km verso occidente prima di incontrarsi con il sentiero principale per svoltare quindi verso sud per circa 4 km. Il percorso richiede circa 3 ore e mezza.[6]

Sul versante di Osaka ci sono quattro sentieri diversi. Il primo inizia alla fermata del bus Kano vicino alla scuola elementare Shiraki a Kanan e può essere percorso in circa 4 ore. Il secondo inizia vicino alla fermata del bus Kauchi vicino alle scuole elementari Kauchi e richiede circa tre ore. I due rimanenti percorsi di circa pari lunghezza iniziano entrambi da sud vicino all'ingresso del tunnel Mizukoshi (sulla strada nazionale 309) e proseguono uno verso est e l'altro verso ovest. Quello che dirige a est passa per il Tsutsujien, un parco (caratterizzato da rododendri) appena a sud del rifugio.[6]

Ambiente[modifica | modifica wikitesto]

La città di Katsuragi gestisce due parchi cittadini vicino alla base della montagna, il parco Katsuragi Sanroku (葛城山麓公園 Katsuragi Sanroku Kōen?) a nordest della base[7] e il parco Yashikiyama 1,2 km ancora più a nordest.[8] Da entrambi i parchi si gode una buona vista della montagna e degli altri monti circostanti.

Vicino al monte ci sono numerosi santuari shintoisti e templi buddisti[6]:

  • Anrakuji (安楽寺?)
  • Hōmanji (法満寺?)
  • Santuario Kamoyamaguchi (鴨山口神社 Kamoyamaguchi Jinja?)
  • Santuaio Katsuragi Hitokotonushi (葛城一言主神社 Katsuragi Hitokotonushi Jinja?)
  • Santuario Mizuwake (水分神社 Mizuwake Jinja?)
  • Monte Kaina Kuhonji (戒那山九品寺 Kaina-san Kuhonji?)
  • Shin'iji (信行寺?)
  • Shōfukuji (勝福寺?)

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) ご宿泊 - 国民宿舎 葛城高原ロッジ [Lodging - Local Government Hostel - Katsuragi Kogen Lodge], Katsuragi Kogen Lodge. URL consultato il 17 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2015).
  2. ^ (JA) 御所市 [Gose City], Asuka Historical Museum. URL consultato il 19 aprile 2015.
  3. ^ (JA) Kadokawa Japan Place Name Dictionary Editorial Board, 角川日本地名大辞典29 奈良県 [Kadokawa Japan Place Name Dictionary 29 - Nara Prefecture], Tokyo, Kadokawa Shoten, March 1990, ISBN 4-04-001290-9.
  4. ^ a b (JA) 日本歴史地名大系 第30巻 奈良県の地名 [Japan Historical Place Names Survey #30 - Nara Prefecture Place Names], Tokyo, Heibonsha, June 1981, ISBN 4-582-49030-1.
  5. ^ (JA) アクセス - 国民宿舎 葛城高原ロッジ [Access - Local Government Hostel - Katsuragi Kogen Lodge], Katsuragi Kogen Lodge. URL consultato il 29 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2015).
  6. ^ a b c d e (JA) ダイヤモンドトレール [Diamond Trail] (PDF), Osaka Prefectural Government. URL consultato il 17 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2015).
  7. ^ (JA) 葛城山麓公園 [Katsuragi Sanroku Park], City of Katsuragi. URL consultato il 17 aprile 2015 (archiviato il 19 aprile 2015).
  8. ^ (JA) 屋敷山公園 [Yashikiyama Park], City of Katsuragi. URL consultato il 17 aprile 2015 (archiviato il 19 aprile 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]