Monte Urtigu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monte Urtigu
Monte Urtigu.JPG
Monte Urtigu (sulla destra), con il vertice geodetico che segna la quota più elevata del massiccio
StatoItalia Italia
RegioneSardegna Sardegna
ProvinciaOristano Oristano
Altezza1 050 m s.l.m.
Prominenza402 m
CatenaMassiccio del Montiferru
Coordinate40°08′34″N 8°36′26″E / 40.142777°N 8.607222°E40.142777; 8.607222Coordinate: 40°08′34″N 8°36′26″E / 40.142777°N 8.607222°E40.142777; 8.607222
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Urtigu
Monte Urtigu

«È sufficiente dire che da qui distinsi verso nordovest l'isola dell'Asinara e verso sudest la torre di San Pancrazio di Cagliari e la penisola di Sant'Elia; tra questo luogo e l'Asinara c'è una distanza che supera i 108 chilometri in linea retta, mentre la torre di San Pancrazio ne dista 120.[1]»

(Alberto La Marmora, Viaggio in Sardegna)

Monte Urtigu, con i 1050 m s.l.m. della sua Punta Su Mullone, è la cima più alta del Massiccio del Montiferru e si trova nel territorio comunale di Santu Lussurgiu.

Manufatto che costituisce il vertice trigonometrico di monte Urtigu. La costruzione è risalente alle esplorazioni di Alberto La Marmora

Sulla sua sommità è presente un segnale trigonometrico usato dal generale e cartografo Alberto La Marmora per le prime misurazioni delle quote; poche decine di metri più in basso, sul versante nord si trovano i resti di insediamenti nuragici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Marmora, p. 238.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Mele, Montiferru, Cagliari, EdiSar, 1993.
  • Alberto Della Marmora, Itinerario dell'isola di Sardegna, Vol II, Nuoro, Ilisso, 1997, ISBN 88-85098-60-6., in formato PDF Vol I [1], Vol II [2] e Vol III [3].

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]