Monochrome Display Adapter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monochrome Display Adapter

IBM PC 5150.jpg
PC IBM con scheda video MDA

Tipo Interfaccia video digitale
Informazioni storiche
Ideatore IBM
Data origine 1981
Specifiche meccaniche
Segnale video Digitale TTL[1][2]
N° piedini 9
Piedinatura
DE9 Femmina.svg
Connettore femmina[3]
Nome Descrizione
Pied. 1 Massa
Pied. 2 Massa
Pied. 3 Non utilizzato
Pied. 4 Non utilizzato
Pied. 5 Non utilizzato
Pied. 6 Intensità Colori 2-4[4]
Pied. 7 Video Risoluzione di
720h x 350v
Pied. 8 Sincronismo orizzontale Freq. orizzontale
18,432kHz[5]
Pied. 9 Sincronismo verticale Freq. verticale
50Hz
La scheda MDA di IBM. Il grosso chip al centro è il controller Motorola 6845

Il Monochrome Display Adapter (MDA, MDA card, Monochrome Display and Printer Adapter o MDPA) fu introdotto nel 1981 da IBM come standard video per l'IBM PC. L'MDA non supporta alcuna modalità grafica, permette solo di visualizzare testo monocromatico disposto in 80 colonne per 25 righe di testo ad alta risoluzione.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La scheda video standard IBM MDA aveva 4kB di video RAM ossia di memoria video. L'alta risoluzione dei caratteri della visualizzazione MDA's era stata pensata per facilitare il lavoro di ufficio e la videoscrittura: Ciascun carattere veniva visualizzato in un box di 9×14 pixel, di cui 7×11 formavano il carattere stesso e gli alti per lo spazio fra le lettere la sottolineatura ecc. Alcuni caratteri come la "m" venivano invece rappresentati utilizzando 8 pixel in orizzontale.

L'MDA permetteva i seguenti attributi per i caratteri visualizzati

  • Invisibile
  • Sottolineato
  • Normale
  • Neretto
  • Negativo
  • Lampeggiante

alcuni di questi attributi potevano essere combinati come ad esempio Neretto, Sottolineato.

La risoluzione teorica del display era di 720×350 pixel calcolando 9 pixel per 80 caratteri in orizzontale e 14 pixel per 25 righe in verticale. In ogni modo l'MDA non poteva indirizzare direttamente i pixel in quanto l'immagine dei caratteri era memorizzata in ROM e quindi si poteva scegliere solo quale fra i 256 caratteri visualizzare. Si poteva simulare la grafica utilizzando i caratteri ANSI art.

La scheda originale IBM MDA aveva a bordo anche un'interfaccia parallela per la stampante (da qui il nome "Monochrome Display and Printer Adapter"). La scheda era basata sul Motorola 6845, un microprocessore derivato dal Motorola 6800 progettato espressamente per la gestione dei terminali testuali.

Schede video alternative a MDA[modifica | modifica sorgente]

C'erano due alternative all'interfaccia MDA:

  • Per gli utenti di PC che richiedevano una grafica a colori IBM offrivala Color Graphics Adapter (CGA) messa in commercio contemporaneamente all'MDA. La CGA fu originariamente più cara e la minore risoluzione dei caratteri la rese poco attraente per le applicazioni di ufficio.
  • Introdotta nel 1982, la scheda Hercules Graphics Card (HGC) non prodotta da IBM offriva sia la compatibilità MDA come risoluzione dei caratteri sia la capacità di visualizzare grafica monocromatica. Poteva indirizzare direttamente ciascun pixel e permetteva di realizzare immagini in bianco/nero alla risoluzione di 720×348 pixel.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) IBM PC-Compatible EGA Video Reference. 070822 nemesis.lonestar.org
  2. ^ (EN) Monitor Ports. 071105 whitefiles.org
  3. ^ (EN) IBM Personal Computer Hardware Library: Technical Reference (Revised edition, 1983)
  4. ^ Ci sono quattro possibili combinazioni per i valori di Intensità e Video ma non tutti i monitor sono in grado di visualizzarli.
  5. ^ (EN) Industrial monochrome monitors 7” - 14”. 070822 adm-electronic.de

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Peter Norton, Richard Wilton. PS/2 & PC IBM - Guida del programmatore, Mondadori Informatica - Microsoft Press, ISBN 88-7131-000-4

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica