Modulo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Disambigua compass.svg A questo titolo corrispondono più voci, di seguito elencate.
Questa è una pagina di disambiguazione; se sei giunto qui cliccando un collegamento, puoi tornare indietro e correggerlo, indirizzandolo direttamente alla voce giusta. Vedi anche le voci che iniziano con o contengono il titolo.

La parola modulo (dal latino modus, "misura") ha numerosi significati. Genericamente significa qualcosa di prefissato, di standard, destinato ad essere ripetuto più volte. Nel linguaggio corrente un modulo è una formula prestabilita con la quale vengono redatti certi documenti, o un prestampato di un documento da completare in alcune parti con le scritte relative al caso singolo. In generale può anche significare una parte autonoma e separabile di un complesso (modulo lunare di una navicella spaziale, modulo di un corso di studi, ecc.). In senso figurato rappresenta un modello, un canone (es. modulo dell'arte classica).

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Informatica[modifica | modifica wikitesto]

In molti contesti, soprattutto tecnici, un modulo è un componente di un sistema; in molti casi, questo implica anche la presenza di una ben definita interfaccia attraverso cui il modulo può essere integrato facilmente nel sistema (vedi sistema modulare).

Alcune specializzazioni di questo significato sono le seguenti:

Matematica e fisica[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel calcio il modulo è l'impostazione con cui l'allenatore dispone i giocatori in campo (da non confondere con lo schema).

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]