Modiglione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il modiglione (dal latino mutulus ) è una mensola scolpita che sostiene la parte superiore sporgente della cornice negli ordini architettonici e in particolare in quelli corinzio e composito[1], e più precisamente del tipo di cornice "con mensole" introdotto nell'architettura ellenistica e poi romana[2].

Forme[modifica | modifica wikitesto]

I modiglioni possono essere di varie forme: quella più comune a Roma e nelle province occidentali dell'impero romano è a doppia voluta, decorata inferiormente da una foglia d'acanto e da nastri ad S sui fianchi, mentre nelle province orientali assumono a volte la forma di un piccolo architrave.

Il termine "modiglione" è in uso dal XVI secolo e, secondo la definizione di Filippo Baldinucci [3] si tratta di una specie di «mensola di varie forme che gli architetti pongono sotto il gocciolatojo de' cornicioni... e fanno ufficio di reggerli.». A. C. Quatremère de Quincy [4] ne registra alcune varietà: "a controsenso", "a piombo", "a mensola", "rampanti" e nota, come altri autori, che i modiglioni sono tipici dell'ordine corinzio scrivendo inoltre che: «I modiglioni sono rispetto al corinzio ciò che i mutuli sono rispetto al dorico

Modiglioni (Modillons) in Francia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nella più recente nomenclatura scientifica in italiano viene utilizzato il termine "mensola": F. Boldrighini, M. De Nuccio, M. L. Frandina, R. Fusco, M. Milella, P. Pascucci, S. Pergola, S. Trevisan, L. Ungaro V. Bartoloni, Guida alla catalogazione degli elementi architettonici e di rivestimento. Voce "Definizione dell'oggetto", (ARCATA - Archeologia e Catalogazione, 1), Roma 2008 (testo scaricabile in un .pdf di 25 mb sul sito della Regione Lazio[collegamento interrotto] e in .pdf separati sul sito di Andromeda[collegamento interrotto]).
  2. ^ (DE) H. von Hesberg, Konsolengeisa des Hellenismus und der frühen Kaiserzeit, Mainz 1980.
  3. ^ Baldinucci Filippo, Vocabolario toscano dell'arte del disegno, Santi Franchi, Firenze 1681
  4. ^ Encyclopédie méthodique. Architecture; Tome 2ème, par M. Quatremère de Quincy, dédiée et présentée a monseigneur de Lamoignon, garde des sceaux de France

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura