Mercato finanziario secondario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Un mercato finanziario secondario, nella finanza, è il luogo dove sono trattati dai vari operatori finanziari i titoli già emessi ovvero in circolazione, che vi rimangono fino alla loro eventuale scadenza: ogni titolo nasce dunque sul mercato finanziario primario e dopo la sua emissione e il successivo collocamento passa definitivamente al secondario.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La dimensione del mercato secondario, raccogliendo tutte le operazioni su un titolo dalla seconda in poi, sarà chiaramente molto maggiore di quella del primario.

Trattando i due mercati la stessa merce, una maggiore liquidità del secondario permette di accogliere più titoli nel primario. È possibile che prestiti originariamente destinati solo ad investitori finanziari trovino dopo contrattazione sul mercato secondario una larga diffusione tra la clientela ordinaria (come avvenne nei casi Cirio e Parmalat).

Nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Il mercato finanziario secondario di gran lunga più importante a livello mondiale è quello di Londra, preferito anche dalle speciali branche delle società degli altri paesi europei e degli U.S.A.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4277088-9
Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia