Massacro di Marikana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search


Massacro di Marikana
Data16 agosto 2012
LuogoSud Africa
CausaSciopero operaio represso
Perdite
34 morti
78 feriti gravi
Voci di sommosse presenti su Wikipedia

Il massacro di Marikana[1] è stato il singolo più tragico uso della forza da parte delle forze di sicurezza sudafricane contro i civili dal 1960. Descritte come un massacro dai giornali sudafricani, esso è stato paragonato al massacro di Sharpeville nel 1960. Ebbe luogo il 16 agosto 2012, nel venticinquesimo anniversario di uno sciopero nazionale dei minatori sudafricani.

Le forze di polizia (South African Police Service) aprirono il fuoco sui lavoratori dell'azienda britannica Lonmin (multinazionale del platino presenti in Sudafrica). Furono uccise 34 persone e ferite gravemente almeno 78.

Gli scioperi spontanei e non diretti dal sindacato erano iniziati per chiedere aumenti salariali e migliori condizioni di vita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ South Africa's ANC to discuss mine shootings row, BBC News, 27 agosto 2012. URL consultato il 27 agosto 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia