Martina Cavallarin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Martina Cavallarin (Venezia, 17 dicembre 1966) è una critica d'arte, saggista, curatrice italiana.

Critica d’arte, curatrice indipendente e saggista, si occupa di Arti Visive Contemporanee con uno sguardo che spazia tra differenti linguaggi e necessarie contaminazioni. Progetta e cura mostre internazionali e pubblica libri e cataloghi distribuiti in Italia e all’estero. Esperta con funzione di capo progetto, coordinatore, account executive, dal 2005 svolge attività di Cultural Project Management con responsabilità dell’avvio del progetto e delle sue fasi di pianificazione, esecuzione, controllo, finalizzazione e svolgimento lavorando sul controllo di costi, tempi, ambito, qualità.

L’interesse della sua ricerca si focalizza sull’indagine dei sistemi relazionali e sociali attraverso progetti complessi, artistici e formativi, che coinvolgono la cultura e la società contemporanea, e la sfera umana. Svolge corsi e workshop a l’Accademia di Belle Arti di Bologna e Venezia, a IED, Istituto Europeo di Design Spa, settore disciplinare in Linguaggi Multimediali 2 della Triennale in Media Design, in enti pubblici e gallerie private. Specializzata in Pratiche Curatoriali, la sua attenzione è rivolta ai giovani artisti, critici, curatori, comunicatori, lavorando sulla formazione e modalità di inserimento e di crescita all’interno del Sistema dell’Arte, della Comunicazione e del Design Contemporanei. Partecipa a giurie e comitati scientifici all’interno di istituzioni private e pubbliche. Nel 2009 co-fonda scatolabianca, associazione di cui è stata presidente e direttrice, dedicata prevalentemente all’Arte Visiva Contemporanea. Nel 2019 progetta e cura per Giovanardi spa il progetto Arte / Impresa 10 X 100 Fabbrica d'arte contemporanea; a Venezia fonda e dirige STUDIO Contemporary Art, un luogo ibrido in cui s’incontrano l’Arte Contemporanea e l’Attività Manifatturiera / Artigianale / Industriale. Dal 2020 è membro della commissione promossa dall’Assessorato alla Cultura di Treviso per la costruzione, ristrutturazione e programmazione del Bailo, Museo Civico d’Arte Moderna e Contemporanea. È Senior Curator, docente e membro del comitato scientifico di Venice Curatorial Course, Scuola di pratiche curatoriali. Dal 2021 è Consulente scientifica esperta per la ristrutturazione e riqualificazione di Palazzo Martinelli, Monopoli, e Cultural Project Manager della Nicola Miulli Creations. Da aprile 2022 dirige OPENeARTh, Incubatore per l’Arte, la Scienza, la Tecnica, soggetto culturale indipendente di Arte / Impresa che abita la Piazza delle Eccellenze di Opendream, Treviso, che ha scritto e ideato in collaborazione con Antonio Caruso. Dal 2021 ricopre il ruolo di Cultural Project Manager e curatrice in MANIBUS®, Festival Internazionale di Arte e Impresa.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27295821 · ISNI (EN0000 0000 7101 8954 · LCCN (ENnr99029613 · WorldCat Identities (ENlccn-nr99029613