Martina Cavallarin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Martina Cavallarin (Venezia, 1966) è una critico d'arte, saggista, curatore e scrittore italiana.

Critico d’arte, curatore e saggista si occupa di arti visive contemporanee con uno sguardo che spazia tra differenti linguaggi e necessarie contaminazioni. Ha curato mostre internazionali e pubblicato libri e cataloghi distribuiti in Italia e all'estero.

L’interesse della sua ricerca si focalizza sull’indagine dei sistemi relazionali e sociali attraverso progetti artistici e formativi che coinvolgono la cultura contemporanea e la sfera umana. L’investigazione intercetta l’artista contemporaneo -androgino per condizione e disposizione- e la radice rizomatica. Studia e indaga i processi in progressione, l’espansione dell’errore, l’analisi delle imperfezioni, memoria, temporalità, azioni e mutazioni della ricerca espressa nell’ambito artistico. Nel 2009 fonda scatolabianca, di cui è presidente e direttrice, associazione dedicata prevalentemente alla crescita di giovani artisti. Partecipa a giurie e comitati scientifici all’interno di alcune istituzioni private e pubbliche. Oltre alla scrittura analitica e alla progettazione e curatela di mostre, svolge workshop di formazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna, di Venezia, in associazioni e gallerie private. La sua attenzione è rivolta ai giovani artisti, critici, curatori, lavorando sulle modalità di inserimento e di crescita all’interno del sistema dell’arte contemporanea.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 7101 8954