Leonardo Manin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Leonardo Manin

Leonardo Manin (Venezia, 1º maggio 1771Venezia, 7 aprile 1853) è stato un letterato e numismatico italiano.

Figlio di Giovanni Manin (fratello dell'ultimo doge Ludovico Manin) e Caterina Pesaro. Fu studioso di storia veneta e numismatica. Ebbe anche il ruolo di ciambellano e consigliere intimo dell'Imperatore austriaco.

Fu anche presidente di vari istituti, tra cui l'Ateneo Veneto e l'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Illustrazione delle medaglie dei dogi di Venezia denominate Oselle, Venezia, 1847 - Memorie storico critiche intorno la vita, translazione, e invenzioni di San Marco Evangelista principale protettore di Venezia - in VENEZIA - 1815

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Marangoni, Commemorazioni dei soci effettivi 1843-2010, Venezia, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, 2011, pp. 58-67, ISBN 978-88-95996-35-6.
  • G. Gullino, L'Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, dalla rifondazione alla Seconda Guerra Mondiale (1838-1946), Venezia, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, 1996, ISBN 88-86166-26-5.1

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN307210308 · LCCN (ENn86847111 · BNF (FRcb103633563 (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie