Lega Italiana Hockey Ghiaccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lega Hockey.gif

La Lega Italiana Hockey Ghiaccio (abbreviata in LIHG) è stata una associazione che raccoglieva i sodalizi sportivi affiliati alla FISG titolari dei diritti sportivi di partecipazione al massimo Campionato Italiano di Divisione Nazionale seniores maschile, che assegnava il titolo assoluto di Campione d'Italia di Serie A, e al Campionato di Divisione Nazionale seniores maschile di Serie A2 della LIHG.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Lega era nata a Milano il 16 novembre 2006. Obiettivo della Lega era la promozione dell'hockey su ghiaccio in Italia a livello di club, nei due massimi campionati. Tra le mansioni operative, la programmazione dell'attività agonistica delle squadre e l'organizzazione, con l'autorizzazione della federazione, dei tornei (oltre ai campionati, la Coppa Italia e la Supercoppa italiana); ma anche la gestione dei rapporti coi mass media ed - in generale - l'immagine dei campionati.

Il primo presidente fu Alvise di Canossa, presidente dell'HCJ Milano Vipers. Il presidente restava in carica per un quadriennio olimpico[1] e poteva essere rieletto soltanto una volta. Stessa durata in carica aveva il consiglio direttivo, composto da presidente, vicepresidente, tre consiglieri di A e tre di A2. Fino al 2009 erano due per ogni campionato. Dopo due stagioni, tuttavia, si volle provvedere ad una nuova elezione dopo che l'HCJ Milano Vipers si ritirò dal campionato.

La Lega Hockey scomparve nell'estate del 2014, quando il neopresidente federale volle tentare di rilanciare l'hockey su ghiaccio. La LIHG venne infatti assorbita dalla FISG con la creazione della IIHA, l'organo federativo che si occupava della gestione della disciplina.

Organigramma[modifica | modifica wikitesto]

Presidente Vicepresidente Consiglio Direttivo
Serie A Serie A2
Tommaso Teofoli
(SG Cortina)
Werner Zanotti
(HC Egna)
Piercarlo Mantovani
(Asiago)
Simone Bressan
(Vipiteno Broncos)
Mario Vinci
(HC Bolzano)
Alessandro Mazzer
(Alleghe Hockey)
Hannes Prinoth
(HC Merano)
Andreas Leitner
(Val Pusteria)


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Art. 22 dello statuto

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

hockey su ghiaccio Portale Hockey su ghiaccio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hockey su ghiaccio