La ribellione delle masse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«C'è un fatto che, bene o male che sia, è il più importante della vita pubblica europea dell'ora presente. Questo fatto è l'avvento delle masse al pieno potere sociale.»

(J. Ortega, incipit de La ribellione delle masse)
La ribellione delle masse
Titolo originaleLa rebelión de las masas
AutoreJosé Ortega y Gasset
1ª ed. originale1930
Generesaggio
Sottogenerepolitico
Lingua originalespagnolo

La ribellione delle masse è un saggio del filosofo e scrittore spagnolo José Ortega y Gasset. Fu pubblicato nel 1930.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nato come una serie di articoli pubblicati nel 1929 sul quotidiano El Sol, fu ampliato e pubblicato l'anno dopo per le Ediciones de la Revista de Occidente. È diviso in due parti: la prima dal titolo omonimo, la seconda "Chi comanda nel mondo?"

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta del tema dell'avvento delle società di massa, una condizione storica in cui avviene una profonda rivoluzione, dove nasce "l'uomo massa", che supera la classe sociale, perché può essere sia operaio che intellettuale. Per Ortega occorre guardare al futuro e pensare a un nuovo tipo di "destino". Così al principio democratico egli oppone quello di una gerarchia superiore.

Traduzioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • La ribellione delle masse, Il Mulino, Bologna, 1962, traduzione di Salvatore Battaglia (1ª edizione)
  • La ribellione delle masse, TEA, Milano 1988
  • La ribellione delle masse, SE, Milano 2001

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN190451984 · GND (DE4520209-6 · BNE (ESXX2115026 (data)