La morte del fiume

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La morte del fiume
AutoreGuglielmo Petroni
1ª ed. originale1974
Genereromanzo
Sottogeneredrammatico
Lingua originale italiano

La morte del fiume è un romanzo dello scrittore italiano Guglielmo Petroni, pubblicato nel 1974. Nello stesso anno, il romanzo ha vinto il premio Strega.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un viaggio a ritroso nel tempo che riconduce Sante Martelli e Stefano Calzolari, amici fin dalla loro infanzia al tempo del Fascismo, a ritrovarsi, ormai invecchiati, a Lucca, loro città natale. Il fiume Serchio fa da filo conduttore del romanzo , fiume di acque chiare, di sponde fiorite a primavera, ombreggiato di pioppi nei loro ricordi di gioventù che si trasforma in un fiume che muore in mezzo a sponde invase dai rifiuti, quarant'anni dopo, quasi a simboleggiare la fine dei sogni ed ideali della giovinezza.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura