Koto ovvero i giovani amanti dell'antica città imperiale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Koto ovvero i giovani amanti dell'antica città imperiale
Titolo originale古都 (Koto)
AutoreYasunari Kawabata
1ª ed. originale1962
Genereromanzo
Lingua originale giapponese
AmbientazioneGiappone

Koto ovvero i giovani amanti dell'antica città imperiale è un romanzo dello scrittore giapponese Yasunari Kawabata. Il romanzo è stato pubblicato per la prima volta nel 1962 e poi tradotto in italiano nel 1968.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il destino delle due sorelle Chieko e Naekò è diviso senza rimedio. Chieko è una trovatella, una ragazza abbandonata dai genitori e che viene adottata da un ricco mercante di Kyoto; mentre Naekò, dopo la morte del padre, lavora nei boschi come operaia. Le due ragazze s'incontrano, si sentono attratte l'una verso l'altra, sognano di vivere insieme, ma la diversità di educazione e di stato sociale, il probabile matrimonio che attende Chieko rendono impossibile questo sogno di riunione fraterna, di solidarietà e di affetto. L'analisi sottile e delicatissima dei sentimenti, suggeriti più che espressi, il gusto raffinato della natura e del paesaggio intesi come opera d'arte, lo sfondo suggestivo di Kyoto, la città dei santuari, danno a questo libro il fascino prezioso della tradizione artistica e letteraria giapponese.

Adattamenti cinematografici[modifica | modifica wikitesto]

Twin Sisters of Kyoto, regia di Noboru Nakamura (1963)

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Koto ovvero i giovani amanti dell'antica città imperiale, trad. di Mario Teti, Rizzoli Editore, 1968, pp. 155