Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Khabur

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il fiume affluente del Tigri, vedi Khabur (Tigri).
Khabur
Khabur,SheikhHamad.jpg
Il fiume nei pressi di Tell Sheikh Hamad.
StatiTurchia Turchia
Siria Siria
Lunghezza486 km
Portata media45 m³/s
Bacino idrografico37 081 km²
Altitudine sorgente350 m s.l.m.
NasceRa's al-'Ayn
AffluentiAweidj, Dara, Djirdjib, Jaghjagh, Radd e Zergan
SfociaEufrate

Il Khabur (Arabo نهر الخابور, pronunciabile Habor o Habur)[1], è un fiume che nasce nel sud-est della Turchia e che prosegue nel sud della Siria, dove si congiunge con l'Eufrate.

Il fiume, con i suoi diversi affluenti, come i fiumi Aweidj, Dara, Djirdjib, Jaghjagh, Radd e Zergan, non rappresenta più un grande corso d'acqua, a causa dello sfruttamento intensivo delle fonti e del dirottamento di buona parte dei suoi affluenti verso canali artificiali da parte della Turchia (durante il periodo di tensione fra Siria e Turchia), e durante la maggior parte dell'anno è un wadi (letto asciutto di fiume).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 1930, numerosi scavi archeologici condotti lungo la valle del Khabur hanno portato alla scoperta di insediamenti risalenti al Paleolitico inferiore, indicando che la regione è stata sede di alcune delle prime civiltà mesopotamiche[2]. Tra i centri più importanti sono da citare Tell Halaf, Tell Brak, Tell Leilan e Urkesh.

Il Khabur ha dato il suo nome a manufatti in ceramica decorata, rinvenuti nel nord della Mesopotamia e Siria, e risalenti all'inizio del II millennio, chiamati ceramica di Khabur. La regione del fiume Khabur è anche associata alla crescita del regno dei Mitanni, che fiorì tra il 1500 ed il 1300 a.C. Nei tempi antichi il fiume era conosciuto come Chaboras.

I Libri dei Re nella bibbia ebraica descrivono la prigionia israelita dalla Samaria che furono stanziati[non chiaro] vicino a Guzana (Gozan) sulle sponde del fiume da Shalmaneser V, Re dell'Assiria (17:6, 18:11).

Il Libro dei Re racconta anche come il predecessore di Shalmaneser, Tiglat-Pileser III, abbia deportato gli Israeliti dalla metà ad est del Giordano dell'Israele biblica.

L'attuale valle coltivata del Khabur[modifica | modifica wikitesto]

L'opera di canalizzazione della zona intorno al Khabur, iniziata negli anni sessanta, ha comportato la costruzione di molte dighe e canali.

La valle del Khabur, ha attualmente circa 16,000 km² di terreni coltivati, ed è la più grande regione coltivata con irrigazione artificiale della Siria. Il nord est è anche la zona della produzione di petrolio della Siria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Kh (خ) è una velare, che in Lingua turca è scritta con una "H", assumendo un suono moderatamente aspirato.
  2. ^ Y. Nishiaki, Preliminary results of the prehistoric survey in the Khabur Basin, Syria: 1990–91 seasons, in Paléorient, vol. 18, nº 1, 1992, pp. 97–102, DOI:10.3406/paleo.1992.4566. URL consultato il 7 luglio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN248712610 · GND: (DE4459209-7
Turchia Portale Turchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Turchia