Kekenodon onamata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Kekenodontidae)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Kekenodon
Immagine di Kekenodon onamata mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Mammalia
Ordine Cetacea
Famiglia Kekenodontidae
Genere Kekenodon
Specie K. onamata

Il kekenodonte (Kekenodon onamata) è un cetaceo estinto, di incerta collocazione sistematica. Visse nell'Oligocene medio (circa 28 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Nuova Zelanda.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo cetaceo è conosciuto solo per scarsi resti fossili comprendenti alcuni denti, ossa dell'orecchio, parti del cranio e frammenti dello scheletro. Una ricostruzione è quindi puramente speculativa, ma si suppone che questi fossili appartenessero a un animale lungo circa 7 metri. Probabilmente Kekenodon possedeva un corpo idrodinamico ma non troppo slanciato, e i forti denti aguzzi suggeriscono una dieta a base di pesce.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale è stato descritto per la prima volta nel 1881 da J. Hector, sulla base di alcuni resti fossili ritrovati nella formazione Kokoamu (Duntrooniano, circa 28 milioni di anni fa), nei pressi del torrente Wharekuri. Inizialmente Kekenodon è stato attribuito agli archeoceti, il gruppo di cetacei più primitivi e tipici dell'Eocene; questo animale, quindi, risultò essere uno degli ultimi archeoceti vissuti. Successivamente, però, altri studi hanno ipotizzato che Kekenodon fosse un rappresentante basale dei misticeti, ovvero le balene dotate di fanoni; se così fosse, Kekenodon era una delle forme più primitive, dotato ancora di robusti denti da predatore. In ogni caso, ricerche ancor più recenti (Fordyce, 2004) hanno ipotizzato che Kekenodon fosse in realtà una sorta di passaggio evolutivo tra gli archeoceti e i misticeti più primitivi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • J. Hector. 1881. Notes on New Zealand Cetacea, recent and fossil. Transactions and Proceedings of the New Zealand Institute 13:434-437
  • E. D. Mitchell. 1989. A new cetacean from the late Eocene La Meseta Formation, Seymour Island, Antarctic Peninsula. Canadian Journal of Fisheries and Aquatic Sciences 46(12):2219-2235
  • R. E. Fordyce. 2004. The transition from Archaeoceti to Neoceti: Oligocene archaeocetes in the southwest Pacific. Journal of Vertebrate Paleontology 24(3):59A
  • E. M. G. Fitzgerald. 2010. The morphology and systematics of Mammalodon colliveri (Cetacea: Mysticeti), a toothed mysticete from the Oligocene of Australia. Zoological Journal of the Linnean Society 158:367-476