Judex

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il romanzo di Arthur Bernède da cui è tratto il serial, vedi Judex (romanzo).
Judex
Cresté.jpg
René Cresté Judex / Jacques de Trémeuse
Titolo originale Judex
Lingua originale francese
Paese di produzione Francia
Anno 1916
Durata 300 min. (12 episodi)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere avventura
Regia Louis Feuillade
Soggetto dal romanzo Judex di Arthur Bernède
Sceneggiatura Arthur Bernède, Louis Feuillade
Casa di produzione Société des Etablissements L. Gaumont
Fotografia André Glatti, Léon Klausse
Musiche Patrick Laviosa

Robert Israel

Scenografia Robert-Jules Garnier
Interpreti e personaggi

Judex è un serial cinematografico del 1916 diretto da Louis Feuillade. Il film, in 12 episodi, venne girato nel 1914 ma, a causa della guerra, non venne distribuito fino alla fine del 1916.

Dopo il grande successo dei suoi due serial Fantômas (1913) e I vampiri (1915), Feuillade incontrò molte critiche a causa dei protagonisti, che erano tutti criminali.

In Judex, allora, prende a personaggio principale un giustiziere che si batte contro la criminalità; il regista continua, in ogni caso, a sfruttare il lato noir della storia, quello che aveva decretato il grande successo delle sue storie precedenti.

Musidora, smessa la calzamaglia di I vampiri, indossa i panni dell'avventuriera Diana Monti/Marie Verdier, mentre il vampiro pentito Mazamette, ovvero Marcel Lévesque, diventa qui l'investigatore Giocondo.

In Judex è possibile vedere l'origine del film noir e del film poliziesco, generi che lasciarono un'importante impronta sul cinema francese[1].

Musidora Diana Monti

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il banchiere Favraux, per arricchirsi, sfrutta chiunque senza pietà.

Judex è un vendicatore misterioso, vestito tutto di nero: un travestimento adottato da Jacques de Trémeuse per vendicare il proprio padre, rovinato dal banchiere e dalla sua banda criminale, in cui milita anche la pericolosa e affascinante Diana Monti, che si spaccia per l'istitutrice Marie Verdier. Costei, insieme al complice e amante Morales, cerca di mettere le mani sopra la fortuna del banchiere.

La vendetta di Judex, però, si complica quando si ritrova innamorato di Giacomina, l'innocente figlia di Favraux.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

  1. L'ombra misteriosa (L'Ombre mystérieuse) (1262 m)
  2. L'espiazione (L'Expiation) (660 m)
  3. La muta fantastica (La Meute fantastique) (762 m)
  4. Il segreto di una tomba (Le Secret de la tombe) (488 m)
  5. Il mulino tragico (Le Moulin tragique) (742 m)
  6. Le Môme réglisse (816 m)
  7. La dama in nero (La Femme en noir) (853 m)
  8. I sotterranei del Castello Rosso (Les Souterrains du château rouge) (638 m)
  9. La ladra di bambini (Lorsque l'enfant parut) (600 m)
  10. Il cuore di Giacomina o Le terribili avventure di Giacomina (Le Coeur de Jacqueline) (484 m)
  11. L'ondina (L'Ondine) (427 m)
  12. Perdono d'amore (Le Pardon d'amour) (436 m)

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Yvette Andreyor Jacqueline

Il film, prodotto dalla Gaumont, venne girato nel 1914 ma a causa della guerra, la lavorazione subì dei ritardi e la pellicola fu terminata solo nel 1916.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il serial è uscito in Francia il 16 dicembre 1916 in prima per poi uscire nelle sale il 19 gennaio 1917.
Nel 1918, Feuillade firmò un sequel della storia, La Nouvelle Mission de Judex che però ebbe meno successo.

Versione in DVD[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º luglio 2004, è uscita negli USA una versione di 315 minuti in DVD, la versione del serial più completa di quelle che si conoscono: riversata da un'ottima copia in 35 mm, colorata in alcune parti, con sottotitoli in inglese e con un accompagnamento musicale di Israel.
Il commento al film è affidato a Jan-Christopher Horak, uno dei più noti critici e studiosi internazionali di cinema muto.
Distribuzione Flicker Alley[2].

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Data uscita IMDB

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Maurice Champreux, genero di Feuillade, ne gira nel 1934 un remake, Judex 34, con René Ferté, Marcel Vallée, Mihalesco, Jean Lefèbvre, René Navarre, Constantini e Blanche Bernis nel ruolo di Diana Monti.

Georges Franju ha girato nel 1963 un remake che rendeva omaggio al serial intitolato Judex (in Italia L'uomo in nero). La sceneggiatura era firmata, oltre che da Francis Lacassin, da Jacques Champreaux, nipote di Feuillade e figlio di Maurice Champreaux. Il film era interpretato da Channing Pollock (Judex), Michel Vitold (Favraux), Édith Scob (Jacqueline), Francine Bergé, Jacques Jouanneau, Théo Sarapo, Sylva Koscina e René Génin.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ James Travers 2005 su Films de France
  2. ^ SilentEra DVD

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema