Istanza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Disambigua compass.svg A questo titolo corrispondono più voci, di seguito elencate.
Questa è una pagina di disambiguazione; se sei giunto qui cliccando un collegamento, puoi tornare indietro e correggerlo, indirizzandolo direttamente alla voce giusta. Vedi anche le voci che iniziano con o contengono il titolo.

Il termine istanza ha diversi significati:

  • nel diritto l'istanza è l'atto giuridico con il quale un privato chiede ad un organo pubblico di avviare un procedimento.
  • nella logica aristotelica, un'istanza è una premessa che ne smentisce un'altra.
  • nella programmazione orientata agli oggetti, un oggetto è un'istanza di una classe.
  • L'istanza, in ambito sociologico, può assumere il significato di richiesta da parte di una o più classi sociali, non necessariamente dominanti in un figurdato periodo, intesa come inevitabile cambiamento nel tempo, di norme sociali, comportamentali, finora esistenti, a volte attraverso conflitti, le quali, pur rimanendo latenti, sono portatrici di tali eventi.
  • in informatica per istanza s'intende una determinata esecuzione di un processo, solitamente caratterizzata da una propria configurazione. In pratica, si tratta di una specifica installazione o implementazione di un programma di sistema (task o tool). Ad esempio: istanze di backup (esecuzione diversa nel tempo di uno stesso piano di backup).
  • nel linguaggio del management si usa il termine istanza (mutuato da quello del gergo informatico) per designare uno stato specifico di un progetto o di un processo organizzativo o produttivo. L'istanza rappresenta la situazione (in un determinato momento) descritta dai valori di una certa combinazione di variabili, assunte come chiave per descrivere il progetto o il processo, oppure un fenomeno che cambia nel tempo (una prestazione o un risultato).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]