Interdizione (diritto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'interdizione dai pubblici uffici, vedi Interdizione dai pubblici uffici.

Nel diritto romano l'interdizione era un istituto che escludeva dalla capacità di amministrare i beni, previsto esclusivamente nei confronti di chi avesse dissipato i beni "paterni e aviti" sulla base della formula Quando tu bona paterna avitaque perdidisti, te interdico. Non va confuso con l'interdetto del diritto canonico.

Diritto italiano[modifica | modifica wikitesto]

Nel diritto italiano, per interdizione si intendono due distinti istituti:

Nel diritto del lavoro sussiste anche il periodo di interdizione.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]


Testi normativi di riferimento[modifica | modifica wikitesto]

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto