Impasto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Immagine di un impasto

L'impasto è la massa risultante dall'unione di farina con acqua e punto di partenza per la preparazione di

pane, pasta e pizza[1][2][3]. Le tipologie di impasto possono essere delle più disparate, a seconda del tipo di farine utilizzate e a seconda delle aggiunte che possono avvenire rispetto agli ingredienti base. L'impasto può prevedere infatti anche l'uso di latte o uova e le farine utilizzate possono provenire dai cereali, così come alcuni impasti possono essere costituiti da farine di patate o castagne[4].

L'impasto ottenuto può prevedere eventualmente l'aggiunta di sale, zucchero, olio e altri ingredienti, come il lievito.

L'impasto ottenuto può perciò essere utilizzato in numerose e svariate maniere. Per la produzione di pasta fino alla preparazione di svariate tipologie di pane.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ impastare in Vocabolario, su treccani.it. URL consultato il 29 maggio 2018.
    «Manipolare una o più sostanze solide (in polvere, in granuli, ecc.) con aggiunta di acqua (o d’altro liquido) per ottenere un impasto omogeneo; in partic.: i. la farina, i. il pane, lavorare la farina con acqua (ed eventualmente con altri ingredienti, come lievito, sale, uova, olio, burro, ecc.) per fare la pasta o il pane;».
  2. ^ Impasto: si parte dall'acqua o dalla farina?, su Ristorazione Italiana Magazine. URL consultato il 29 maggio 2018.
  3. ^ Pane e farina: le regole dell’impasto perfetto, su Icon. URL consultato il 29 maggio 2018.
  4. ^ Ricetta Pasta fresca con farina di castagne, su Il Cucchiaio d'Argento. URL consultato il 29 maggio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4184607-2
Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina