Imjin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 37°47′N 126°40′E / 37.783333°N 126.666667°E37.783333; 126.666667

Imjin (임진강)
Rimjin (림진강)
Korea-Imjin River-01.jpg
Il Ponte della Libertà, che attraversa il fiume Imjin, a Munsan, Paju, Corea del Sud
StatiCorea del Nord Corea del Nord
Corea del Sud Corea del Sud
Lunghezza273,50 km (169,95 mi)[1] km
Bacino idrografico8 138,90 km² (3 142,45 sq mi)[1] km²
NasceMonte Turyu, Poptong, Kangwon, Corea del Nord
SfociaFiume Han, Paju, Gyeonggi, Corea del Sud

Il fiume Himjin (hangul: 임진강 in Corea del Sud), o fiume Rimjin (hangul: 림진강 in Corea del Nord) è considerato il settimo fiume più lungo nella penisola coreana.[2] Scorre da nord a sud, attraversa la zona demilitarizzata coreana e confluisce nel fiume Han nei pressi di Seul, vicino al Mar Giallo. Da notare che il fiume non è stato nominato dopo la Guerra Imjin nel tardo XVI secolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume Rimjin è stato il sito di due grandi battaglie: quella del 1592 durante l'invasione di Toyotomi Hideyoshi nella guerra Imjin, durata sette anni, e quella del 1951 avvenuta durante la Guerra di Corea.

Zona d'utilizzazione riunita[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 novembre 2018, una squadra di 20 componenti, 10 nordcoreani e 10 sudcoreani, hanno iniziato un'indagine inter-coreana intesa a guidare lo sviluppo della Zona d'Utilizzazione Riunita insieme all'estuario del fiume Imjin.[3][4] La Zona permetterebbe ai cittadini di accedere all'estuario per turismo, protezione ecologica e la raccolta di costruzione aggregata sotto la protezione dell'esercito di entrambe le parti del confine coreano.[3][4] Il 5 novembre 2018, i consigli delle province sudcoreane di Gangwon e Gyeonggi, confinanti nella ZUR, hanno firmato un "accordo di lavori di pace" alla Stazione di Dorasan a Paju, dando l'approvazione locale alla Zona d'Utilizzazione Riunita.[5] L'indagine inter-coreana dell'estuario del fiume Imjin è stato completato il 9 dicembre 2018.[6] La nuova mappa dell'estuario del fiume, consistente in barriere recentemente scoperte, è stata pubblicata il 25 gennaio 2019.[6]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il canale attivo del fiume Imjin utilizza solamente circa una cinquantina di metri della larghezza complessiva del letto del fiume (370m), che è delimitato da rive rocciose quasi verticali che si alzano circa 23m al di sopra del livello medio dell'acqua nella stagione secca. Tuttavia durante la stagione delle piogge di luglio e agosto, il fiume Imjin diventa un torrente impetuoso, in buona parte confinato dalle sue rive scoscese. Alimentato dei suoi affluenti principali e da tanti brevi torrenti di montagna, raggiunge livelli di piena che sono 15m al di sopra del livello medio e una velocità di 6 m/s. Queste caratteristiche hanno portato il fiume a salire in certe occasioni anche più velocemente di 1,8 m/ora.

Durante il severo inverno coreano, venti ghiacciati soffiano lungo il fiume e le basse temperature causano le formazione di ghiaccio sull'acqua. Fluttuazioni nel livello del fiume, in particolare le condizioni di bassa marea, rompono questo ghiaccio e grandi quantità di ghiaccio galleggiante si accumulano contro ogni ostacolo lungo il canale.

L'Imjin è stato soprannominato in Corea del Sud il "fiume della morte" a causa del gran numero di cadaveri che in passato sono arrivati galleggiando dal Nord. L'ultimo episodio è accaduto durante la grande carestia degli anni 1990 quando si stima che milioni di nord coreani siano morti di fame.

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Nel romanzo M*A*S*H, l'ospedale da campo 4077° MASH (detto il Doppio Naturale) si trova vicino a un ramo del fiume Rimjin.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (KO) ko:2013년 한국하천일람 [List of Rivers of South Korea, 2013] (PDF), Han River Flood Control Office, Republic of Korea, 31 dicembre 2012, pp. 112–113. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  2. ^ Seven Famous Spots Archiviato il 13 gennaio 2014 in Internet Archive., Yeoncheon County.
  3. ^ a b https://en.yna.co.kr/view/AEN20181105001451315
  4. ^ a b https://www.youtube.com/watch?v=9yN3QUUXNik
  5. ^ http://english.hani.co.kr/arti/english_edition/e_northkorea/869084.html
  6. ^ a b http://world.kbs.co.kr/service/news_view.htm?lang=e&Seq_Code=141417
  7. ^ Richard Hooker, MASH: A Novel About Three Army Doctors (M*A*S*H), First, UK, Hatchett Books, p. 9, ISBN 1-78022-888-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN315530685 · LCCN (ENsh88007716 · WorldCat Identities (ENlccn-n2014066542
Corea Portale Corea: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Corea