Il treno d'Istanbul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il treno d'Istanbul
Titolo originaleStamboul Train
AutoreGraham Greene
1ª ed. originale1932
1ª ed. italiana1961
Genereromanzo
Lingua originale inglese

Il treno d'Istanbul (Stamboul Train) è il quarto romanzo scritto dallo scrittore inglese Graham Greene nel 1932, ma il suo primo vero successo di critica e vendite.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato sul treno dell'Orient Express, che percorreva il tragitto da Ostenda, in Belgio, alla turca Istanbul, presenta diversi personaggi, i cui destini si mescolano, ciascuno portando il proprio fardello di tormenti: la razza, la frustrazione sessuale, il fallimento politico, la povertà. Tra questi, Carlston Myatt, uomo d'affari ebreo, e il Dottor Czinner, politico slavo fuggito cinque anni prima da una condanna a morte e intento a ritornare a Belgrado.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Il treno d'Istanbul, traduzione di Bruno Oddera, Milano, Mondadori, 1961. - Collana Oscar, Mondadori, 1969-2006.