Il Grande Cocomero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Il grande cocomero)
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il film di Francesca Archibugi, vedi Il grande cocomero (film).
Il Grande Cocomero
Nome orig. The Great Pumpkin
Lingua orig. Inglese
Autore Charles Monroe Schulz
1ª app. 1959
1ª app. in I Peanuts
Specie Zucca
Data di nascita 26 ottobre

Il Grande Cocomero (nell'originale inglese The Great Pumpkin, ossia "La Grande Zucca") è una figura dei Peanuts, inventata dal personaggio Linus van Pelt per la festività di Halloween.

Personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno Linus scrive al Grande Cocomero una lettera chiedendo regali e varie altre cose, come si farebbe con una sorta di Babbo Natale.

Secondo Linus, nella notte di Halloween il Grande Cocomero sceglie, tra tutti gli orti di cocomeri, quello che gli pare il più sincero, e da lì sorge e porta doni a tutti bambini del mondo. Note sono le strisce in cui Linus ne aspetta l'arrivo a mezzanotte nell'orto dei cocomeri (sperando che proprio il suo sia l'orto prescelto), per rimanere poi regolarmente deluso.

Linus cerca anche di fare proselitismo e ogni tanto qualcuno dei personaggi si fa coinvolgere e passa la sera di Halloween nell'orto con Linus (per esempio Sally Brown, di lui innamorata, o Snoopy, o Piperita Patty), anziché a fare il tradizionale "Dolcetto o scherzetto". Però succede solo episodicamente: Linus è in effetti l'unico che creda nell'esistenza del Grande Cocomero.

Adattamento italiano[modifica | modifica wikitesto]

Il nome in lingua originale è The Great Pumpkin, che tradotto letteralmente diventerebbe La Grande Zucca. Il curatore dell'opera Oreste del Buono però optò per un adattamento, considerato che la traduzione letterale pareva poco suggestiva e che la festa di Halloween con le connesse zucche era in Italia ancora poco nota (nonostante il fatto che simili usanze fossero in realtà ben radicate anche in molte zone d'Italia).[1] Scelse così un ortaggio simile per dimensioni, ma più "mediterraneo": il cocomero.[2] Anche l'orto di Linus, in lingua originale, è in effetti un orto di zucche, non di cocomeri.

Il termine Grande cocomero è comunque ormai entrato nell'immaginario italiano: nel corso degli anni è stato prodotto un film (Il grande cocomero di Francesca Archibugi) e un programma televisivo (Il grande cocomero, condotto dal deejay Linus).

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe Tesorio, Alegher, l'è el dì di mort Quando c'erano le «lumere», Il Corriere della Sera, 1º novembre 2013, p. 9. URL consultato il 10 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il ).
  2. ^ The Complete Peanuts, Panini Comics, 2012, pag. VI. ISBN 978-88-6589-647-1
Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fumetti