Il focolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Il Focolare)
Il focolare
Commedia in tre atti
MirbeauHome01.jpg
Autore Octave Mirbeau
Titolo originale Le Foyer
Lingua originale francese
Genere Commedia
Composto nel 1906
Prima assoluta 7 dicembre 1908
Comédie-Française
Prima rappresentazione italiana dicembre 1908
Roma

Le Foyer (in italiano, Il focolare) è una commedia in tre atti dello scrittore francese Octave Mirbeau, colla collaborazione di Thadée Natanson, rappresentata nel dicembre 1908 a Parigi, sul palcoscenico della Comédie-Française, dopo un processo fra gli autori e Jules Claretie, l'amministratore della Casa di Molière.

La traduzione italiana non è stata pubblicata.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Come Gli affari sono gli affari, si tratta di una grande commedia classica, di costumi, di caratteri e di critica sociale, che rispetta l'unità di tempo e l'unità d'azione. Ma il soggetto audace e demistificatore, ispirato da scandali recenti, suscitò una lite: l'estrema destra organizzò manifestazioni ostili a Parigi ed in provincia.

Courtin — Misérable ! Tais-toi !… Tais-toi !…

Difatti Mirbeau denunzia la carità-business ed i focolari detti "caritatevoli" dove, in realtà, si sfruttano, economicamente e sessualmente, ragazze povere. Il presidente del Focolare, il barone Courtin, è un senatore bonapartista ed un accademico che ha trafugato molti soldi e non si è mai preoccupato delle condizioni di vita delle ragazze. Ma, con la complicità del governo repubblicano, scappa ad ogni procedimento penale. All'Accademia Francese, sarà caricato del discorso sui premi di virtù...

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]