Heckelfono

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heckelfono
Heckelphone.jpg
Informazioni generali
Origine Europa occidentale
Invenzione 1904
Inventore Wilhelm Heckel
Classificazione Aerofoni ad ancia doppia
Famiglia Oboi
Utilizzo
Musica contemporanea
Genealogia
Antecedenti
Oboe

L'heckelphon è uno strumento musicale a fiato ad ancia doppia appartenente alla famiglia degli oboi. Fu inventato nel 1904 da Wilhelm Heckel che gli diede il nome.[senza fonte]

Suona un'ottava sotto all'oboe ordinario ed è pressappoco un oboe baritono, ma differisce da quest'ultimo per timbro, forma ed estensione. Le partiture per questo strumento vanno scritte in chiave di violino un'ottava sopra i suoni reali.

Ha un timbro molto scuro e venne usato da Richard Strauss in Salomè, Elektra e nella Alpensinfonie.

In tempi più recenti lo strumento venne utilizzato da Paul Hindemith e da Hans Werner Henze in alcune sue opere orchestrali. Esistono concerti per heckelphon di Hans Mielenz (Concerto per heckelphon e orchestra op. 60, composto nel 1959) e di Michael Denhoff (Tableaux sombres per heckelphon e orchestra op. 60, del 1990).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Alfredo Casella, Virgilio Mortari, La tecnica dell'orchestra contemporanea, Ricordi, 2002, pp. 35–36. ISBN 978-88-7592-502-4
  • Rosario Profeta, Storia e letteratura degli strumenti musicali, Marzocco, 1942.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

(ISBN non esistente)

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica