Grimaldello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un set di grimaldelli, ogni forma serve per aprire una serratura diversa, mentre i primi due a sinistra sono tensori.

Il grimaldello (termine derivato dal germanico Kram), è uno strumento utilizzato per scassinare o aprire semplici serrature di cui non si possiede la chiave.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La sua invenzione si colloca tra l'alto e il basso medioevo, nella parte nord del centro Europa, tra Germania, Francia e Paesi Bassi (se ne attribuisce l'invenzione anche ai pirati), tant'è che il termine "grimaldello" arriva in italiano dal termine francese crémaillon. Quando le serrature andavano via via differenziandosi per sicurezza e affidabilità, anche i ladri e i fabbri dovevano trovare il modo di scassinare o semplicemente aprire le serrature con più semplicità o più velocità, chi per non farsi scoprire, chi per non rovinare gli oggetti la cui chiave della serratura era stata persa, perché, ovviamente, più gli scrigni e le porte erano pregiate più la serratura era affidabile, e senza un metodo di scassinatura efficace si andava a danneggiare l'oggetto stesso. Col tempo il grimaldello si è evoluto da semplice arnese a dispositivo che può compiere movimenti propri all'interno della serratura.

Caratteristiche meccaniche[modifica | modifica wikitesto]

Tipi statici[modifica | modifica wikitesto]

In principio, questo utensile era ed è similarmente costituito tuttora da due o più aste metalliche ricurve che andavano a svolgere diverse funzioni, tutte in sinergia tra di loro, tant'è che per maneggiare questo utensile è necessario conoscere molto approfonditamente le caratteristiche meccaniche della serratura da aprire e bisogna possedere anche una notevole manualità ed estrema confidenza con l'attrezzo per far sì che esso sia effettivamente funzionante.

Tipi dinamici[modifica | modifica wikitesto]

Animazione che mostra il funzionamento di un grimaldello a pistola.

Oggigiorno esistono grimaldelli tecnologicamente più avanzati, ma con princìpi funzionali pressoché identici a quelli antichi. Il tipo più diffuso tra i grimaldelli dinamici è il grimaldello a pistola che ha una lama seghettata, con vari ricambi, da inserire nella fessura della serratura ed un grilletto per l'azionamento (proprio come una pistola); se azionata, la lama vibra e scatta verso l'alto spingendo i pistoncini e facilitandone l'allineamento corretto. Grazie all'ausilio dei cinematismi, l'apertura della serratura risulta più semplificata.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Il grimaldello sfrutta un semplice principio: emulare la presenza della chiave nella serratura. Le dentellature di una chiave inserita premono in modo sistematico (con pressioni più o meno elevate) i pistoncini all'interno della serratura, attivando lo sblocco della stessa. I grimaldelli, emulando la dentellatura della chiave, premono con le loro estremità ricurve ognuno dei tasti meccanici, ovviamente nell'esatta combinazione, e fanno sì che la serratura si sblocchi senza essere danneggiata. L'abilità e l'esperienza dello scassinatore o del fabbro nell'utilizzo dei grimaldelli sono le uniche caratteristiche utili per avere successo nei tentativi di apertura.

Non conoscendo la struttura della relativa chiave, colui che tenta di aprire la serratura, teoricamente, deve fare un numero di tentativi in proporzione esponenziale al numero dei tasti da premere e ai loro possibili settaggi. I più esperti, grazie ad un acuto ed allenato senso dell'udito o con l'ausilio di apparecchiature per l'amplificazione dei suoni (stetoscopio, microfoni, ecc.), riescono a capire se la combinazione inserita è giusta o sbagliata a seconda del suono emesso dalla struttura meccanica durante la manovra.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]