Giulio Gherlandi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giulio Gherlandi (Spresiano, 1520 circa – Venezia, 1562) è stato un religioso italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio del curato di Spresiano, vicino Treviso. In giovane età abbandonò il seminario per entrare nella comunità anabattista. Nel 1546 fece parte dei Collegia Vicentina, dove si incontrarono gli anabattisti e gli antitrinitariani del Veneto. Nel 1557 fuggì in Moravia per scampare ai processi contro gli anabattisti e due anni dopo tornò in Italia dove fu catturato e imprigionato dall'Inquisizione.

Morì annegato nel Canale dell'Orfano della laguna di Venezia nel 1562, in esecuzione della pena capitale alla quale fu condannato a seguito di un processo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. Stella, Dall'anabattismo al socinianesimo nel Cinquecento veneto. Ricerche storiche, Padova 1967, pp. 110-119 e passim;
  • A. Stella, Anabattismo e antitrinitarismo in Italia nel XVI secolo. Nuove ricerche storiche, Padova 1969, pp. 156-159, 165-171, 181-189, 241-300 e passim;
  • D. Caccamo, Eretici italiani in Moravia, Polonia, Transilvania (1558-1611). Studi e documenti, Firenze-Chicago 1970, pp. 39-46
  • M. Scremin, Della Sega, Francesco in Dizionario Biografico degli Italiani, Vol, 37, 1989
  • L. Calò, Giulio Gherlandi «heretico ostinatissimo». Un predicatore eterodosso del Cinquecento tra Veneto e Moravia, Venezia, Il Cardo, 1996, ISBN 88-8079-073-0

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN61448864 · GND (DE119464705 · CERL cnp00556447 · WorldCat Identities (EN61448864
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie