Giorgio II di Ceva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giorgio II Ceva detto il Nano (1268[1]1324[2]) è stato un condottiero italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu membro della casata aleramica dei marchesi di Ceva nonché l'ultimo suo grande esponente.

Nel tormentato periodo in cui visse, al fine di non soccombere durante una guerra contro il fratello Guglielmo IV ed i suoi alleati, sottomise il marchesato di Ceva al comune di Asti, facendo perdere per sempre al primo la sua indipendenza[3].

Nonostante la subordinazione al comune di Asti, il marchesato di Ceva mantenne sotto il governo del Nano un certo prestigio. Il definitivo declino ebbe inizio alla sua morte, quando il territorio marchionale venne suddiviso fra gli eredi di Giorgio II.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Si tratta dell'anno in cui è menzionato per la prima volta in un documento giunto ai giorni nostri, ed è la data menzionata dal prof.Casalis e riportata da Padre Arcengelo Ferro nel Memorie storiche della città e marchesato di Ceva, a pagina 49
  2. ^ È l'anno del documento in cui è citato per l'ultima volta (29 giugno 1324)
  3. ^ Arcangelo Ferro, Ceva e la Sua zona, pagg.271-272.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]