Gaio Furio Pacilo (console 251 a.C.)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gaio Furio Pacilo
Nome originaleCaius Furius Pacilus
GensFuria
Consolato251 a.C.

Gaio Furio Pacilo[1] (in latino: Gaius Furius Pacilus; ... – ...) è stato un politico e militare romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu eletto console nel 251 a.C. con Lucio Cecilio Metello nel periodo della prima guerra punica; entrambi i consoli furono mandati dal Senato in Sicilia per contrastare l'esercito cartaginese comandato da Asdrubale di Annone. L'esercito romano rimase inattivo per parecchio tempo, visto che i soldati erano spaventati dagli elefanti dell'esercito nemico e i due consoli non reputarono saggio affrontarli in battaglia.

Vista l'inattività, il Senato decise di richiamare a Roma il console Gaio Furio Pacilo; a quel punto Asdrubale vide la possibilità della vittoria ed attaccò l'altro console, ma fu sconfitto in maniera pesante.

Note[modifica | modifica wikitesto]