Gaio Claudio Pulcro (console 92 a.C.)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gaio Claudio Pulcro
Nome originaleCaius Claudius Pulcher
GensClaudia
Consolato92 a.C.

Gaio Claudio Pulcro [1] (latino: Caius Claudius Pulcher) (... – ...) è stato un politico e generale romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 100 a.C. Pulcro viene menzionato per la prima volta tra quelli che presero le armi per fermare Saturnino. Nel 99 a.C. fu edile curule; fece celebrare splendidi giochi, durante i quali a Roma per la prima volta furono utilizzati gli elefanti e decorazioni sceniche dipinte [2].

Nel 92 a.C. fu eletto console con Marco Perperna. Nell'85 a.C. fu pretore in Sicilia e, seguendo le istruzioni ricevuto dal Senato romano, legiferò nella città di Halesia, rispettando le decisioni prese dal Senato locale [3].

Cicerone lo descrive come un uomo che aveva una grande potenza e con una certa abilità come oratore [4]

Note[modifica | modifica wikitesto]