Gaio Cassio Longino (console 96 a.C.)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gaio Cassio Longino
Nome originaleCaius Cassius Longinus
GensCassia
Pretura99 a.C.
Consolato96 a.C.
Proconsolato89 a.C. della provincia d'Asia

Gaio Cassio Longino (... – ...) è stato un politico e militare romano, console nel 96 a.C.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Lucio Cassio Longino Ravilla, console nel 127 a.C., iniziò la carriera pubblica come uno dei IIIviri monetales aere argento auro flando feriundo (impiegato alla zecca) nell'ultimo decennio del II secolo a.C. In seguito provò a candidarsi come tribuno della plebe, ma venne sconfitto, e nel 99 a.C. divenne pretore. Nel 96 a.C. fu eletto console[1] assieme a Gneo Domizio Enobarbo, e nell'89 a.C. divenne proconsole della provincia romana dell'Asia, incarico con cui partecipò alla Prima guerra mitridatica[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cicerone, Pro Cn. Plancio, 21
  2. ^ Appiano di Alessandria, Guerre mitridatiche, 17