Fotografia panoramica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esempio di foto panoramica composta da più scatti diversi (carente di ottimizzazioni varie)

Con fotografia panoramica (o panoramic mosaic) si intende la tecnica che permette di creare una immagine che copra un ampio angolo visivo, tra 180° e 360°, tramite la composizione di un mosaico di foto adiacenti, in genere con lo scopo di visualizzare un panorama naturalistico o la vista di un ambiente in modo più simile a come viene percepita dal vivo.

Il metodo più comune consiste nella composizione di diverse foto adiacenti tramite software automatici. In genere si usa una sola serie di foto in senso orizzontale, ma è possibile usare anche più linee sovrapposte, al limite a formare una foto con angoli di vista orizzontale di 360° e verticale di 180°, rappresentante l'intera sfera.

I programmi automatici impiegano algoritmi complessi e procedimenti matematici in grado di riconoscere elementi corrispondenti nelle porzioni di foto sovrapposte, calcolando delle funzioni di omotetia utili a deformare le foto di partenza. La deformazione è necessaria in quanto linee diritte devono divenire curve e linee parallele divengono convergenti.

Tecnologia[modifica | modifica sorgente]

La fotografia panoramica viene creata con uno stativo di grande stabilità e una "testa" panoramica graduata che permetta di regolare il parallasse e il punto nodale in modo che le foto possano essere cucite con precisione. Elaborate con software professionali, vengono esportate le panografie che possono essere visualizzate su cataloghi multimediali, siti internet, presentazioni filmate.

Problemi di angolo di campo[modifica | modifica sorgente]

Il campo visivo umano è di circa 130° x 200° (verticale/orizzontale)[manca il riferimento], enormemente superiore all'angolo visualizzabile da una qualunque macchina fotografica.

Gli obbiettivi fotografici grandangolari hanno un angolo di campo (misurato sulla diagonale) che varia da 47° a 95° per un grandangolare, per portarsi a 180° negli ultragrandangolari e fish-eye.

Lunghezza focale Angolo di campo (su formato 35 mm) Angolo di campo (su formato APO)
8 mm 180° 180°
15 mm 180° 98°
20 mm 95° 63°
24 mm 84° 54°
28 mm 75° 47°
50 mm 46° 27°

Composizione lineare orizzontale[modifica | modifica sorgente]

Sydney Harbour Bridge night.jpg

Magnify-clip.png
Un panorama di Sydney.

Per realizzare una foto panoramica è necessario normalmente comporre diverse foto. La procedura comunemente impiegata è l'esecuzione di una serie di fotografie con la macchina fotografica posizionata su cavalletto livellato e con alzo nullo (in modo che le linee verticali risultino parallele sulla foto), ogni foto spaziata angolarmente di una quantità prefissata, in modo che le foto abbiano una sovrapposizione del 40-50%.

Visione dinamica[modifica | modifica sorgente]

User Fantasy home.jpg

Magnify-clip.png
Una foto panoramica composta orizzontalmente.

Esistono formati particolari che permettono di generare e di vedere fotografie panoramiche muovendo l'angolo di vista, avvicinandosi, allontanandosi, ecc. Solitamente si tratta di formati QuickTime.

Software dedicato[modifica | modifica sorgente]

L'esecuzione di una composizione fotografica richiede complessi calcoli matematici ed è eseguita normalmente con software specifici, alcuni dei quali sono gratuiti e open source: un esempio è Hugin.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

fotografia Portale Fotografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fotografia