Foresta di Fontainebleau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La foresta di Fontainebleau

La foresta di Fontainebleau è un imponente complesso boschivo di 25.000 ha, di cui 21.600 ricoperti da una fitta foresta mista. Situata nella Senna e Marna, accoglie al suo interno la città di Fontainebleau.

Tutta la superficie alberata è gestita dal demanio forestale, ma la foresta demaniale vera e propria ricopre 17.072 ettari, che vanno da un'altitudine di 42 m sul livello del mare (Senna a Bois-le-Roi) ai 144 m (all'incrocio di Banc du Roi, 2  km a nord di Fontainebleau). Ogni anno la foresta viene percorsa a piedi da 17 milioni di visitatori.

Nel 1848 la foresta fu dichiarata ufficialmente "Riserva artistica", sottraendola a un progetto di radicale disboscamento. L'iniziativa fu presa dai pittori della Scuola di Barbizon che amavano ritrarre i paesaggi suggestivi del grande complesso boschivo. Benché ispirato da motivi culturali e non ecologici, la Riserva artistica di Fontainebleau è considerata come il primo atto pubblico di protezione della natura nella storia[1].

È attraversata dall'Autoroute A6 (1964), dalle strade nazionali 6 e 7, nonché dalla ferrovia Parigi - Lione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Valerio Giacomini, Valerio Romani, Uomini e parchi. Edizioni FrancoAngeli, Milano, 1982 - VI ediz. 2002, pag. 14

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN242277189 · LCCN (ENsh85050178 · BNF (FRcb11943491n (data) · J9U (ENHE987007543196805171