Fondazione per la preservazione della tradizione mahayana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Fondazione per la Preservazione della Tradizione Mahayana è una fondazione religiosa e culturale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La FPMT (Foundation for the Preservation of the Mahayana Tradition) - in italiano Fondazione per la Preservazione della Tradizione Mahayana - è un organismo internazionale costituito nel 1975 da due insigni maestri spirituali tibetani, Lama Yeshe e Lama Zopa Rinpoche, per coordinare e valorizzare le attività dei centri che si stavano formando spontaneamente in Occidente allo scopo di rendere accessibile al pubblico il Buddhismo Mahāyāna come veniva insegnato e praticato in Tibet, prima che la Cina imponesse restrizioni alla libertà religiosa.

Questo network di enti di ispirazione buddhista, paragonato dai discepoli dei due Lama per la sua complessità a un mandala, è oggi un organismo internazionale comprendente centocinquantasei enti in trentasei Paesi del mondo, indipendenti dal punto di vista giuridico ed economico ma collegati dal forte rapporto spirituale che i promotori e i frequentatori dei centri hanno con i Lama fondatori: si tratta di centri di studio, monasteri, centri di ritiro, case editrici e numerose attività sociali: hospices per malati terminali, scuole, mense gratuite, centri medici, gruppi di sostegno spirituale ai carcerati, un orfanotrofio per bambini sieropositivi, un lebbrosario.

Alcune di queste attività umanitarie, come ad esempio il Cittamani Hospice in Australia e Yeshe Norbu Appello per il Tibet onlus in Italia, hanno una struttura giuridica, organizzativa ed economica propria, altre invece sono dipartimenti di un centro maggiore.

Dalla morte di Lama Yeshe il direttore spirituale dell'istituzione è Lama Zopa.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]