Fondazione Bill & Melinda Gates

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bill & Melinda Gates Foundation
BillMelindaGatesFoundation.svg
Tipono-profit
Fondazione1997
Seattle (U.S.A)
FondatoreBill Gates
ScopoPromozione di progetti educativi, sanitari e battaglia contro la povertà
Sede centraleStati Uniti Seattle
Area di azioneMondo Mondo
PresidenteBill Gates
Bilancio(2013)
Patrimonio50.700.000.000 $
Impiegati1.541
Sito web

La Fondazione Bill & Melinda Gates (in inglese Bill & Melinda Gates Foundation) è stata creata nel gennaio del 2000 da Bill Gates e da sua moglie Melinda French, attraverso la fusione della Gates Learning Foundation, che aveva come scopo quello di mettere in rete le biblioteche pubbliche, e la William H. Gates Foundation, che era focalizzata sul miglioramento della salute globale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Oggi è controllata dai membri del consiglio di amministrazione Bill Gates, Melinda Gates e Warren Buffett. Altri funzionari importanti sono il co-chairman William H. Gates, Sr. e l'amministratore delegato Susan Desmond-Hellmann.[1] Con un patrimonio di 50.7 miliardi di $ è oggi considerata la fondazione più grande del mondo, ed è attiva nella ricerca medica, nella lotta all'AIDS e alla malaria, nel miglioramento delle condizioni di vita nel terzo mondo e nell'educazione.

La Fondazione sostiene il diritto ad un accesso universale all'aborto e promuove la diffusione della teoria del gender sessuale. Inoltre, finanzia la Sustainable Development Solutions Network (SDSN), fondata nel 2012 da Ban Ki-moon e diretta da Jeffrey Sachs[2], abortista e promotore della pianificazione delle nascite.[3][4][5]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Premio Principe delle Asturie per la cooperazione internazionale (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Premio Principe delle Asturie per la cooperazione internazionale (Spagna)
— 2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ APM Meets Melinda Gates, Philanthropist and wife to the richest man in the world - The Maravi Post, su maravipost.com, 16 aprile 2016. URL consultato il 24 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2016).
  2. ^ Diane Montagna, Vatican hosts youth conference with pro-abortion UN activists, su LifeSiteNews.com, 8 novembre 2019. URL consultato il 20 novembre 2019 (archiviato il 20 novembre 2019).
  3. ^ Vatican Names Abortion Promoter Jeffrey Sachs as ‘Special Invitee’ to Amazon Synod, su headlinezpro.com, 22 settembre 2019. URL consultato il 20 novembre 2019 (archiviato il 20 novembre 2019).
  4. ^ Stefano Gennarini, Who is Jeffrey Sachs and Why Was He at the Vatican?, su c-fam.org, 14 maggio 2015. URL consultato il 20 novembre 2019 (archiviato il 18 giugno 2015).
  5. ^ David V. Barrett, Vatican official hits back at pro-life critic over UN invitation, su catholicherald.co.uk, 1º giugno 2015. URL consultato il 20 novembre 2019 (archiviato il 20 novembre 2019).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN263924852 · ISNI (EN0000 0000 8990 8592 · LCCN (ENno2002076950 · GND (DE6516346-1 · WorldCat Identities (ENno2002-076950