Evidenziatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie di evidenziatori
Una coppia di evidenziatori con la punta scoperta

L'evidenziatore è un pennarello dalla punta a scalpello utilizzato per richiamare l'attenzione su alcune sezioni di un documento, grazie ad una marcatura effettuata con colori particolarmente vividi e traslucidi o fluorescenti.

Il primo evidenziatore fu inventato da Francis Honn nel 1963[1][2] (un anno prima, nel 1962, il giapponese Yukio Horie della Pentel inventò il pennarello con inchiostro a base d'acqua[3]) e commercializzato dalla Carter's Ink Company con il nome Hi-Liter. Nel 1971 l'azienda tedesca Schwan-Stabilo lanciò l'evidenziatore Stabilo Boss, che contribuì alla diffusione di massa di questo prodotto.[4]

Al giorno d'oggi ne esistono di una vasta gamma di colori (azzurro, arancione, giallo, rosso, rosa, viola, fucsia e verde); il desiderio diffuso tra gli studenti di vivacità e originalità è sfociato nella produzione di evidenziatori sempre più stravaganti e variegati.

Alcuni software di elaborazione testi offrono la possibilità di simulare la colorazione di alcune parole, come se fossero sottolineati da un evidenziatore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Jacob Hirschmann, Hi-Lite of a Lifetime, su sites.jcu.edu, 7 marzo 2016. URL consultato il 15 giugno 2019.
  2. ^ (EN) Francis Honn Obituary, su legacy.com, 24 luglio 2016. URL consultato il 15 giugno 2019.
  3. ^ (EN) The Hand-Held Highlighter, The New York Times, 20 gennaio 2012. URL consultato il 15 giugno 2019.
  4. ^ (EN) The highlighter – from counter culture to office culture, su disegnodaily.com, 1º settembre 2011. URL consultato il 15 giugno 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Scienza e tecnica Portale Scienza e tecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scienza e tecnica