Eufemia di Ourense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sant'Eufemia d'Ourense
Venerata daChiesa cattolica
Ricorrenza16 settembre

Eufemia (Baiona o Braga, 119 o 120 – Lobios, 10 Giugno 138) è una santa venerata dalla Chiesa cattolica.

Secondo la tradizione, il suo corpo fu trovato miracolosamente da una pastorella spagnola sulla fine dell'XI secolo. Le sacre reliquie furono dapprima collocate in una chiesetta, quindi vennero trasportati ad Ourense dal vescovo Pietro Seguin (in carica dal 1157-1169) e collocate nella cattedrale[1] .

Il suo culto, promosso dai vescovi successori, fu molto sentito dalla popolazione spagnola e alla Santa si devono diverse guarigioni miracolose, come riportano gli scritti del vescovo Alfonso (XII-XIII secolo) e di re Ferdinando II di León (1160). Nel 1720 i resti furono risistemati solennemente assieme a quelli dei santi Facondo e Primitivo.

Della sua vita, però, non si sa nulla, ma viene ricordata come martire. Numerose, ma non certo veritiere, sono le agiografie, scritte specialmente nel XVI secolo. Venne spesso confusa con sant'Eufemia di Calcedonia e difatti la sua festa ricorre lo stesso giorno, il 16 settembre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]