Eric Smith

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Eric M. Smith (Contea di Steuben, 22 gennaio 1980) è un criminale statunitense.

Alla giovane età di 13 anni, il 2 agosto 1993, egli attirò in un luogo isolato il piccolo Derrick Robie, di appena 4 anni. Lì tentò di strangolarlo, fallì ma uccise comunque il bambino a pietrate. Mentre il bimbo era incosciente ma ancora vivo, Smith lo denudò e, preso un ramo d'albero, lo inserì nelle natiche di Robie, violentandolo. Il corpo nudo del bambino fu trovato alcune ore dopo.

Il caso scosse l'opinione pubblica per la giovane età dei due e per l'atrocità del crimine in relazione all'aspetto di Eric. Egli era sempre stato preso in giro dai compagni di scuola per le sue orecchie a sventola, il suo corpo gracilino, i suoi grandi occhiali ed il suo modo di stare sempre da solo.

I campanelli d'allarme per rendersi conto dell'indole violenta del giovane Smith c'erano stati, quando alcuni anni prima aveva ucciso con l'ausilio di un tubo di gomma e senza motivo il gatto dei vicini di casa. Durante la sua permanenza in cella Eric ebbe tempo di riflettere e scrivere una lettera alla famiglia di Derrik:

« So bene che le mie azioni hanno causato una terribile perdita nella famiglia Robie, e sono molto dispiaciuto di questo. Ho tentato di pensare per quanto mi è possibile a ciò che Derrik non farà mai: Il suo sedicesimo compleanno, Natale, in ogni modo, avere una casa sua, diplomarsi, andare al college, sposarsi, avere il suo primo bambino. Se potessi tornare indietro cambierei il posto con Derrik e sopporterei tutto il dolore che gli ho causato. Voglio dire che se questo potesse farlo continuare a vivere, invertirei le parti, ma non posso »

Nel 2001 è stato trasferito in un carcere di massima sicurezza. Adesso si trova al Collins Correctional Facility nella Contea di Erie (Stato di New York).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie