Emmanuel Yaw Oboubi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Emmanuel Yaw Oboubi (Accra, ...) è un artista ghanese.

Il lavoro di Emmanuel Yaw Oboubi - noto con il suo secondo nome, Yaw - è nelle collezioni permanenti del Kotoka International Airport, della Banca del Ghana e della Ashanti Goldfields Society. L'artista ha all'attivo numerose esposizioni nel suo paese d'origine, il Ghana, così come in Gran Bretagna, Spagna, Austria, Germania, Arabia Saudita e Stati Uniti.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Nato in una famiglia di artisti, fin da giovanissimo ha avuto l'opportunità di imparare la manipolazione di materiali naturali come semi, foglie, metallo e fibre. Pur non avendo mai frequentato alcun corso di formazione specialistico nel campo dell'arte, consegue una laurea in architettura nel 1986, presso l'Università di Scienza e Tecnologia di Kumasi, in Ghana[1]. Gli studi in architettura lo inducono comunque ad affinare l'interesse per l'uso creativo dei materiali e delle tecniche, così che Yaw, oltre a occuparsi di design, ha modo di sperimentare la sua creatività con acquerelli, pitture ad olio, acrilici e sculture. Il suo lavoro è stato ampiamente riconosciuto a livello internazionale[2]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Yaw ha ideato un processo particolare di "pittura filato": modellando il filato, cerca di esprimere al meglio la texure di un particolare elemento (dal legno, all'acqua, alla pelle o al cielo) all'interno di una composizione, servendosi di tecniche di incastro tra cui la stratificazione, la triturazione, la modellazione e la tessitura. Le immagini vivaci da lui rappresentate raffigurano prevalentemente scene tradizionali di vita del suo Paese d'origine, il Ghana. L'artista è conosciuto per la serie ““Rhythmic Pulse" , in cui I volti raffigurati mostrano ampi sorrisi, colori brillanti e l'opera sembra esaltare il valore della musica.

Filosofia di lavoro[modifica | modifica wikitesto]

L'artista si ripropone di interpretare l'evoluzione della cultura, la spiritualità della creazione. Il suo lavoro è teso alla conservazione della memoria attraverso quattro mezzi tematici: il realismo della natura morta, a spiritualità della società Africana, l'interpretazione astratta dei simboli e delle credenze tradizionali, e l'espressività dei ritratti individuali.[3]

Mostre personali[modifica | modifica wikitesto]

2010
  • Rythmic Pulse, International Visions Gallery, Washington DC
2002
  • Native Reflections, Concept Headucation Inc.Baltimore, MD
2000
  • Gallerie La Taj, Alexandra, VA
1998
  • Skywalk Gallery, Detroit, Michigan
1979
  • "Sankofa", British Council, Accra, Ghana

Mostre collettive[modifica | modifica wikitesto]

2006
  • Exhibition - Rythm of life, International Visions Gallery, Washington DC
2004
  • Exhibition - International Visions Gallery, Washington DC
2002
  • Muliti - Artist Exhibition, Kathleen Gormley McKay Art Centre, Unionville, ON
2001
  • Terrific Textiles, Gallery Z, Ellicott City, MD
  • Multi - Artist Show, Attitude Exact Gallery, Washington DC
  • Multi - Artist Show, International Visions Gallery, Washington DC
2000
  • A Journey to Ghana, Maison D'Arte, Washington DC
  • International Visions gallery, Washington DC
1999
  • Affaire in the Gardens, Berverly Hills, California
  • Maryland Museum of African Art, Columbia MD

Collezioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Kotoka International Airport
  • Bank of Ghana
  • Ashanti Goldfields Society (Accra, Ghana)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Juried Show Ontario Association of Architects - awards 2002 Toronto, Ontario (2002)
  • Featured Artist, National Black Association Trade and Art Show, Chevy Chase, MD (2000)
  • Featured Artist, International Visions Gallery, Washington DC (1999)
  • Featured Artist, International Tourism Show, Trade Fair Centre Ghana (1991)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biography -, yawobuobi-yarn.co.uk. URL consultato il 16 febbraio 2012.
    «" Emmanuel Yaw Obuobi studied architecture at the University of Science and Technology Kumasi, Ghana, West Africa and never studied art as a specialist course"».
  2. ^ / Biography su International Visions- , inter-visions.com. URL consultato il 16 febbraio 2012.
    «" Yaw, an internationally recognized artist, has exhibited widely in the U.S., Europe, and Africa. "».
  3. ^ Dichiarazioni dell'artista, yawobuobi-yarn.co.uk. URL consultato il 3 febbraio 2012.
    «"My work as an artist serves to preserve memory through four thematic mediums: depicting the realism of still life: the spirituality of the African society: abstract interpretation of traditional symbols and beliefs: and the expressiveness of individual portraits."».

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nicole Guez, L'art africain contemporain, Association dialogue entre les cultures, 1992. ISBN 2909711005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]