Eleuterio Sánchez Rodríguez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Eleuterio Sánchez Rodríguez (Salamanca, 15 aprile 1942) è uno scrittore spagnolo conosciuto come El Lute. È stato un celebre delinquente e fuggitivo, tanto che fu annoverato tra i criminali spagnoli più ricercati. Fu un leggendario fuorilegge fuggito più volte dal carcere dopo essere stato accusato di omicidio e condannato, all'età di 23 anni, a una pena di 30 anni. Mentre era in prigione, ha imparato a leggere, si è laureato in giurisprudenza, ed è diventato uno scrittore, continuando a dichiarare la sua innocenza dalle accuse a suo carico. È stato graziato e rilasciato il 20 giugno 1981, all'età di 39 anni..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Eleuterio Sánchez Rodríguez nacque nel 1942 nel quartiere degradado di Pizarrales, a Salamanca, all'interno di una famiglia merchera, mentre il padre era in prigione, e fu battezzato nella parrocchia di Santibanez di Sierra. Non frequentò la scuola e da bambino era analfabeta.

Sánchez e la sua famiglia furono discriminati perché poveri mercheros, che erano artigiani nomadi che guadagnavano denaro come calderai. Spesso erano considerati sospetti dalla polizia, ragion per cui furono costretti a spostarsi. Sposò una giovane donna, Chelo, povera come lui e ebbero una figlia. Da giovane, acquisì notorietà per essere stato imprigionato per due anni e tre giorni per aver rubato tre galline per necessità.

Poco dopo, il 5 maggio del 1965, vi fu una rapina dal valore di 120000 pesetas in una gioielleria in Calle de Bravo Murillo a Madrid, nella quale venne ucciso il vigilantes. Sánchez fu accusato e processato, e venne dichiarato colpevole. Venne condannato alla pena di morte, ma la sentenza fu commutata in ergastolo.

Ha pubblicato due memorie, Camina o revienta (1977) e Mañana seré libre (1979) mentre era ancora in prigione. Queste furono, in seguito, adattate per un film sulla sua vita El lute, o cammina o schiatta, diretto da Vicente Aranda diviso in due parti, uscito nel 1987 e nel 1988[1].

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Camina o revienta: memorias de "El Lute", Madrid, Cuadernos para el Diálogo, 1977
  • Mañana seré libre, Barcelona, Bruguera, 1979
  • Una pluma entre rejas, Barcelona, Bruguera, 1981
  • Entre sombras y silencios, Barcelona, Bruguera, 1983
  • Cuando resistir es vencer, Córdoba, Almuzara, 2013

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • In francese: Dans la gueule du loup, Paris, Seghers, 1979[2]
  • In tedesco: El Lute (Camina o revienta) - Morgen werde ich frei sein, Berlin, AHDE-Verlag 1982[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ EuropaCinema 88: V Mostra del cinema europeo, a c. di Cesare Biarese; Francesca Solinas, Bari, Dedalo, 1988
  2. ^ Catalogo BNF[collegamento interrotto]
  3. ^ Catalogo SWB

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5723603 · ISNI (EN0000 0000 6635 8436 · LCCN (ENn80067255 · GND (DE11860533X