Eleonora d'Assia-Rotenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eleonora
Contessa Palatina di Sulzbach
Nascita Schloss Rotenburg, Rotenburg an der Fulda, 17 ottobre 1712
Morte Neuburg an der Donau, 23 maggio 1759
Padre Ernesto Leopoldo, Langravio d'Assia-Rotenburg
Madre Eleonora di Löwenstein-Wertheim-Rochefort
Consorte Giovanni Cristiano, Conte Palatino di Sulzbach

Principessa Eleonora d'Assia-Rheinfels-Rotenburg [1] (Eleonora Philippina Christina Sophia; Rotenburg an der Fulda, 17 ottobre 1712Neuburg an der Donau, 23 maggio 1759) fu la consorte di Giovanni Cristiano, Conte Palatino di Sulzbach, da cui non ebbe figli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque al Palazzo del Langravio a Rotenburg an der Fulda era il settimo figlio di Ernesto Leopoldo, Langravio d'Assia-Rotenburg e di sua moglie, la Contessa Eleonora di Löwenstein-Wertheim-Rochefort. I suoi genitori erano cugini di primo grado, essendo entrambi nipoti di Ferdinando Carlo, Conte di Löwenstein-Wertheim-Rochefort. Suo padre, capo dell'unico ramo romano cattolico del Casato d'Assia,[2] diventò sovrano d'Assia-Rotenburg nel 1725.

Si recò a Torino dove sua sorella Polissena era la consorte di Carlo Emanuele III di Sardegna.[3]

Sposò Giovanni Cristiano, Conte Palatino di Sulzbach a Mannheim il 21 gennaio 1731. Suo marito era stato in precedenza sposato con Maria Henriette de La Tour d'Auvergne, che era morta nel 1728 dopo il parto. Eleonora e suo marito erano cugini di primo grado, essendo il padre di Eleonora un fratello di Maria Eleonora d'Assia-Rotenburg madre di Giovanni Cristiano. L'anno successivo, suo marito successe come sovrano di Sulzbach. Il matrimonio rimase senza figli ed ella diventò vedova nel 1733. Si recò a Neuburg an der Donau dove morì nel 1759.

Titoli e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

  • 17 ottobre 1712 – 11 gennaio 1731 Principessa Eleonore d'Assia-Rheinfels-Rotenburg [4]
  • 11 gennaio 1731 – 11 luglio 1732 la Principessa Ereditaria di Sulzbach
  • 11 luglio 1732 – 30 luglio 1733 la Contessa Palatina di Sulzbach
  • 30 luglio 1733 – 23 maggio 1759 Sua Altezza Serenissima la Contessa Palatina Vedova di Sulzbach

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Huberty, 1976, p 108, 129, 146-147, 153-154
  2. ^ Huberty, 1976, p 75
  3. ^ Johann Georg Keyßler, 1760, p 246
  4. ^ Huberty, 1976, p 129

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Michel Huberty, F. Alain Giraud e F. & B Magdelaine, L'Allemagne Dynastique (Tome I Hesse-Reuss-Saxe), Le Perreux, A. Giraud, 1976, ISBN 2-901138-01-2.
  • Johann Georg Keyßler, Travels through Germany, Bohemia, Hungary, Switzerland, Italy, and Lorrain: Giving a true and just description of the present state of those countries, New York, 1760
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie