Educatore professionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'educatore professionale in Italia è un professionista sociale e sanitario che attua specifici progetti educativi e riabilitativi, nell'ambito di un progetto elaborato da un'equipe multidisciplinare, volti a uno sviluppo equilibrato della personalità con obiettivi educativo/relazionali in un contesto di partecipazione e recupero alla vita quotidiana; cura il positivo inserimento o reinserimento psicosociale dei soggetti in difficoltà[1][2].

Ambiti di intervento[modifica | modifica wikitesto]

L'educatore professionale interviene nell'ambito di un progetto elaborato da un'equipe multidisciplinare:

a) programma, gestisce e verifica interventi educativi mirati al recupero e allo sviluppo delle potenzialità dei soggetti in difficoltà per il raggiungimento di livelli sempre più avanzati di autonomia;

b) contribuisce a promuovere e organizzare strutture e risorse sociali e sanitarie, al fine di realizzare il progetto educativo integrato;

c) programma, organizza, gestisce e verifica le proprie attività professionali all'interno di servizi socio-sanitari e strutture socio-sanitarie-riabilitative e socio-educative, in modo coordinato e integrato con altre figure professionali presenti nelle strutture, con il coinvolgimento diretto dei soggetti interessati e/o delle loro famiglie, dei gruppi, della collettività;

d) opera sulle famiglie e sul contesto sociale dei pazienti, allo scopo di favorire il reinserimento nella comunità;

e) partecipa ad attività di studio, ricerca e documentazione finalizzate agli scopi sopra elencati.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

la Formazione dell'educatore professionale, a causa di interventi legislativi settoriali avviene in due classi di laurea

  1. Dipartimento di Medicina e Chirurgia corso di Laurea triennale o di I livello in SNT/02 CLASSE DELLE LAUREE IN PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE Educatore Professionale essi sono inquadrati nell'Unione Europea al VI livello dell'EQF o QEQ. ( tutte le lauree triennali)
  2. Dipartimento di Scienze Umane corso di Laurea triennale o di I livello in L 19 CLASSE DELLE LAUREE IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE (Educatore Professionale socio-pedagogico o Educatore Sociale)

l' Art 3 del Decreto Ministeriale 520/98 prevede che " Le università provvedono alla formazione attraverso li Dipartimenti di medicina e chirurgia in collegamento con le facoltà di psicologia, sociologia e scienza dell'educazione."

La formazione include percorsi professionalizzanti presso le strutture sanitarie del Servizio Sanitario Nazionale e le strutture di assistenza socio-sanitaria degli enti pubblici individuate nei protocolli d'intesa fra le regioni e le stesse università.

Ai sensi della L.240/10 per le Funzioni Dirigenziali dopo la laurea triennale si può continuare presso le Università con la Laurea di II° livello (Magistrale) 3+2 = 5 anni di due tipi:

Dipartimento di Medicina e Chirurgia corso di Laurea Magistrale LM SNT/02 in Educatore Sanitario Specializzato essi sono inquadrati nell'Unione Europea al VII livello dell'EQF o QEQ (tutte le lauree Magistrali).

Dipartimento di Scienze Umane corso di Laurea Magistrale LM 50, LM 57, LM 85, LM 93 in Pedagogista essi sono inquadrati nell'Unione Europea al VII livello dell'EQF o QEQ (tutte le lauree Magistrali).

Oltre a master di I e di II livello nonché corsi di perfezionamento e di ECM.

Lavoro[modifica | modifica wikitesto]

L'educatore professionale svolge la sua attività professionale, nell'ambito delle proprie competenze, in strutture e servizi socio-sanitari e socio-educativi pubblici o privati, sul territorio, nelle strutture residenziali e semiresidenziali in regime di dipendenza o libero professionale.

Gli educatori professionali possono operare in svariati servizi sanitari e socio-sanitari, tra i quali:

  • servizi per le persone con problemi di dipendenza
  • servizi per i disabili
  • servizi per la salute mentale
  • servizi per i minori
  • servizi per gli anziani
  • servizi di integrazione interculturale
  • servizi per i detenuti
  • servizi per persone senza fissa dimora
  • servizi di prevenzione con adolescenti
  • Nelle strutture educative scolastiche dove l'Educatore Professionale non è un insegnante curricolare, ma realizza progetti specifici, finalizzati all'autonomia
  • Nelle case-famiglia per minori
  • Nelle carceri minorili
  • Nelle ASL
  • Nelle imprese e nelle Pubbliche Amministrazioni

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ DECRETO 8 ottobre 1998, 520
  2. ^ DECRETO LEGISLATIVO 30 dicembre 1992, 502

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Brandani, La progettazione educativa, Carocci 2006 ISBN 978-88-7466-218-0
  • Cardella O., L'educatore professionale, Finalità, metodo, deontologia, FrancoAngeli, Milano, 2007 ISBN 9788846488008
  • Cardini M., Molteni L. "L'educatore professionale. Guida per orientarsi nella formazione e nel lavoro", Carocci Faber, Roma 2003 ISBN 88-7466-027-8
  • Crisafulli,Molteni,Paoletti,Scarpa,Sambugaro,Giulidoro "Il Core Competence dell'educatore professionale. Linee di indirizzo per la formazione" Edizioni Unicopli, 2010 ISBN 978-88-400-1383-1
  • De Barberis, L'emozione dell'ascolto. Educatori, comunità e minori nelle situazioni di abuso sessuale, Unicopli 2001 ISBN 88-400-0696-6
  • Demetrio, L'educatore auto(bio)grafo, Unicopli 1999 ISBN 88-400-0541-2
  • Marasco, Interventi educativi con l'handicap, Unicopli 1999 ISBN 88-400-0541-2
  • Salomone, Il setting pedagogico. Vincoli e possibilità per l'interazione educativa, Carocci 1998 ISBN 88-430-1385-8
  • Santerini M., L'educatore tra professionalità pedagogica e responsabilità sociale, Brescia, La Scuola 2000 ISBN 978-88-350-9488-3
  • Scarpa P.N. (a cura di), "L'educatore professionale. Una guida per orientarsi nel mondo del lavoro e prepararsi ai concorsi pubblici" Maggioli, 2012 ISBN 978-88-387-7117-0

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]