ESTJ

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Henry Ford potrebbe essere stato un tipo ESTJ[1].

ESTJ (Extraversion, Sensing, Thinking, Judgment) è un acronimo che indica uno dei sedici tipi di personalità del Myers-Briggs Type Indicator (MBTI)[2]. Il fondamento del MBTI fu sviluppato a partire dal lavoro dello psichiatra e psicoanalista Carl Gustav Jung nel suo libro "Tipi psicologici", dove propose la definizione di una tipologia psicologica basata sulle teorie delle funzioni cognitive.

A partire dai lavori di Jung, sono stati sviluppati altre tipologie psicologiche. Tra i test di personalità si può citare l'MBTI, sviluppato da Isabel Briggs Myers e Katharine Cook Briggs, e il Keirsey Temperament Sorter (KTS), sviluppato da David Keirsey. Keirsey ha definito gli ESTJ come i Supervisori, uno dei quattro tipi appartenenti al temperamento definito "temperamento guardiano"[3].
Gli ESTJ rappresentano circa l'8-12% della popolazione[4]. I tipi ESTJ sono i rappresentanti della tradizione e dell’ordine, utilizzando la loro comprensione di ciò che è giusto, sbagliato e socialmente accettabile per unire le famiglie e le comunità. Abbracciando i valori di onestà, dedizione e dignità, le persone con il tipo di personalità ESTJ sono valutate per i loro consigli e la guida, e sono felici di aprire la strada su percorsi difficili. Trovando orgoglio nell’unire le persone, i tipi ESTJ spesso assumono ruoli di organizzatori di comunità, lavorando sodo per unire tutti nella celebrazione di eventi locali cari, o in difesa dei valori tradizionali che tengono insieme le famiglie e le comunità[5].

ESTJ famosi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Famous ESTJs
  2. ^ The 16 MBTI Types
  3. ^ Temperament Guardian
  4. ^ Frequencies
  5. ^ 16personalities.com, https://www.16personalities.com/it/personalita-estj .

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di psicologia