Dolico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gara di corsa, anfora panatenaica greca risalente al 530 a.C.

Il dolico (in greco antico: δόλιχος, dólichos, "corsa lunga") era una gara di corsa di lunghezza variabile da 7, 12 o 24 volte lo stadio[1], introdotta nella quindicesima olimpiade dei giochi olimpici antichi, nel 720 a.C. In seguito divenne una delle gare consuete dei Giochi panellenici.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La lunghezza di ogni corsa variava in base alla lunghezza dello stadium[2], in quanto il piede greco variava da una località all'altra: lo stadio a Olimpia era di 192,37 metri, mentre a Delfi misurava 177,5.[3] A Olimpia la distanza era di 24 stadi, corrispondenti a circa 4,8 chilometri.

Il primo vincitore della gara fu Acanto di Sparta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ancient olympic games
  2. ^ Gardiner p.136
  3. ^ Sweet p.27

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Miller, Stephen G., Ben Schmidt, Ancient Greek Athletics: the events at Olympia, Delphi, Nemea, and Isthmia. Yale University Press, 2004, ISBN 0-300-11529-6
  • Golden, Mark, Sport in the Ancient World from A to Z, Routledge, 2003, ISBN 0-415-24881-7
  • Gardiner, E. Norman. Athletics of the Ancient World. Oxford: Clarendon. Print. ISBN 978-0486424866.
  • Sweet, Waldo E., Sport and Recreation in Ancient Greece, New York, Oxford UP, 1987, ISBN 978-0300063127.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]