Discussione:MS-DOS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

veramente non male come articolo... ma quando dici "Alla fine, la Microsoft fu costretta ad abbandonare l'MS operativi, cioè le varie versioni di Windows 9x e NT." non sono d'accordo. per quel che ne so io Win9x non è un vero e proprio sistema operativo, ma una specie di GUI per dos7. tant'è che se togli il comando "win" da autoexec.bat rimani in dos appunto... esattamente come in win3.x! è la serie NT che è stata scritta da capo (e da cui deriva XP)! perciò consiglio di modificare il testo in: "Alla fine, la Microsoft fu costretta ad abbandonare l'MS-DOS e scrivere da zero una nuova famiglia di sistemi operativi, cioè le varie versioni di NT/2000/XP."

puoi modificarlo tu se vuoi. serve a questo la linguetta modifica. :-P --valepert 18:03, 7 gen 2006 (CET)

Sbagliato. Se fosse come dice il nostro anonimo commentatore, sarebbe il DOS a caricare i moduli .VXD e non il kernel win95/98/ME. Al boot parte MS-DOS 7 (o 7.10) in modo reale e solo dopo questo passo (ecco perchè lui e tanti altri equivocano) viene lanciato il kernel windows a 32 bit in modo protetto. Ma il kernel win32 è un sistema operativo a se stante e non una "interfaccia GUI basata su DOS". Anche se poi sottobanco, ogni tanto, chiede qualche favore al codice DOS da cui è stato lanciato... --Kormoran 01:37, 8 gen 2006 (CET)

scusate la mia anonimità.. ma non sono iscritto. quello che intendevo dire è che non hanno affatto scritto un sistema operativo da zero, ma si sono appoggiati a un SO esistente. il kernel win32 lo considererei "sistema operativo a se stante" solo se mi dimostri che funziona autonomamente da dos... il che è impossibile visto che la maggiorparte delle volte le chiamate a API Kernel Win32 in WIN9X/ME si interfacciano a servizi DOS. bisogna precisare questo punto perchè così sembra che la famiglia WIN9X/ME sia un SO scritto da zero (lo è solo la famiglia NT/2000/XP). cosa ne pensate?

Ha una sua gestione degli interrupt e un proprio sistema di driver separati da quelli del DOS, ha un task switcher e un sistema di memoria virtuale, che il DOS non ha affatto (e che manco se li sogna): CVD. Adesso per favore dimostrami TU che "la maggior parte delle volte" le chiamate alle API vanno a chiamare routine DOS... l'unico motivo per cui Win32 tratta con il DOS è per garantire il funzionamento delle vecchie applicazioni DOS, o quando non ha driver nativi per una certa periferica e il DOS invece sì. Per il resto è autonomo. Mi dispiace deluderti, ma Win95/98/ME, nonostante tutti i loro difetti, sono sistemi operativi a sè stanti. Sono stati scritti per convivere con il DOS, ma non sono affatto delle semplici GUI come credi tu --Kormoran 14:30, 8 gen 2006 (CET)

anche windows 1.0 aveva una "gestione della memoria virtuale", la possibilità di eseguire più programmi contemporaneamente e gestione di drivers propri... eppure non lo definisci sistema operativo a se stante! secondo me windows NT è un sistema a se stante. sarà pure per problemi di compatibilità, fatto sta che win9x senza DOS non parte, quindi non è molto a se stante ne tantomeno è stato scritto da zero.. ma è un'evoluzione (abbastanza riuscita) di win3.1! comunque ammetto di essermi sbagliato a dire che era una GUI per DOS! era molto più di una GUI ma dire che è un SO scritto da zero mi sembra alquanto scorretto..

Suvvia...dire che Windows 9x non è un sistema operativo a se stante è come dire che quando c'è un boot loader è lui l'OS... il DOS ai tempi di win9x era alla stregua di un boot loader o poco più...

Come è già stato detto,modificando l'eseguibile autoexec.bat potevo far effetivamente diventare MSDOS 7.0 come un ambiente operativo,senza caricare alcuna GUI di Windows.Quindi ai tempi era molto di più di un semplice boot loader,potendo anche compiere riparazioni manutenzioni e altre importanti operazioni sul sistema.Saluti.


Mi pare impossibile che nessun moderatore o amministratore si sia accorto dello scempio che qualcuno ha fatto all'articolo...la descrizione inizia con uno sgrammaticatissimo lamento da parte di qualcuno che blatera sulla storia del dos. A parte che non c'è nessuna citazione, ma è imbarazzante la qualità con cui è scritto!!!

Sussistono diverse imprecisioni[modifica wikitesto]

Sussistono diverse imprecisioni, approssimazioni, luoghi comuni, lungo il testo. «Il significato del nome, molto spesso confuso col concetto di "sistema operativo su disco" [...]»

Molto spesso? Da chi? Da me e da chi conosco io, mai... Tu chi conosci? Capisci che non si può scrivere un testo di enciclopedia per sentito dire o in base alla propria cerchia...?

«Il significato del nome, molto spesso confuso col concetto di "sistema operativo su disco", è "sistema operativo per dischi"; è dovuto al fatto che in precedenza i microcomputer non utilizzavano dischi»

Ah sì? Il Commodore 64 utilizzava l'unità Commodore 1541 (e altre), il Tandy Radio Shack TRS-80 (1982) aveva anche un suo DOS (TRS-DOS), le unità opzionali a floppy disk (quelli originali, da 8 pollici), oppure con hard disk da 15 megabyte. Io ho un CBM Commodore serie PET (pre-Commodore-64, serie del 1977) che floppy disk drive ne ha ben due e con CPU indipendenti. L'Apple ][ (o Apple II), tanto per esempio, aveva 2 drive per i floppy disk nella configurazione tipica del 1977. Il microcomputer italiano DMD «MD 800» (siamo nel 1975) aveva (opzionali) due floppy drive da 8". Gli Olivetti del 1980 potevano disporre di disco rigido (il famosissimo Seagate ST-508, per l'esattezza) da ben prima dell'uso dell'MS-DOS. Gli hard disk c'erano d'altronde dal 1956 e già venivano usati, sebbene il costo ne limitava l'uso ad àmbiti aziendali ove il prezzo poteva essere giustificato. Lo stesso MS-DOS era “ispirato”, se non plagiante, da altri sistemi analoghi e superiori: il notissimo e all'inizio ben più diffuso CP/M (e poi CP/M-86), che difatti diede luogo anche a una serie di vicende con risvolti giudiziari fra la casa di Redmond e la Digital Research. Ed anzi, per microcomputer veri e propri (non personal computer), c'era solo il CP/M come sistema notevolmente diffuso (prima del tempo del GEOS, AmigaDOS, etc.), mentre MS-DOS non era affatto contemplato per i microcomputer a 8 bit, ma solo per le evoluzioni professionali a 16 bit.

Il sistema Windows 95 era in realtà un aggiornamento di Windows 3.x, spacciato per OS, è vero, ma in realtà era un'interfaccia grafica (GUI) con le note Win32s di supporto (che io utilizzavo personalmente e benissimo anche su Windows 3 facendoci girare gli stessi programmi e applicazioni ma più velocemente), sarebbe più consono catalogarlo come i suoi predecessori: ambiente operativo multitasking di supporto.

«Come praticamente tutti i sistemi operativi per home e personal computer del periodo, l'MS-DOS era un sistema operativo monoutente e monotask» Ma quando mai? Il concorrente CP/M era multiutente e multitasking, come anche DR-DOS, Coherent, Enhanced DR-DOS, il potentissimo UCSD-p, e il gruppo UNIX (la stessa Microsoft aveva acquisito i diritti e lo vendeva per microcomputer come l'Olivetti M24 col nome Xenix, negli stessi anni).

Il DR-DOS non era un clone di MS-DOS, casomai esattamente il contrario, MS-DOS era la versione clone povera di DR-DOS: venuta cronologicamente dopo, molto più limitata, monotask, monouser, senza sistema di crittografia integrato, senza gestione dei permessi stratificati e a livelli, senza gestione differenziata delle directory, etc.

OpenDOS lasciamo stare... la cosa è molto dibattuta, molte versioni, specialmente quelle ufficiali, erano a pagamento. Caldera si è trovata al centro di un uragano proprio a causa della licenza a pagamento (e codice parzialmente open) dell'OpenDOS / Caldera DOS e dei diritti sullo UNIX (arcinota e complicata causa tra SCO, GNU/Linux, Microsoft, Novell, Caldera).

FreeGEM non c'entra niente col DOS, né tanto meno né è un clone... casomai avrebbe potuto esserlo di Windows 1.0...

Modello del sorgente errato[modifica wikitesto]

cb La discussione proviene dalla pagina Aiuto:Sportello informazioni.
– Il cambusiere --Fringio – α†Ω 14:22, 15 lug 2015 (CEST)

In MS-DOS è riportato in modo errato il modello del sorgente, in quanto il contenuto di msdos.sys, config.sys e autoexec.bat è correttamente visualizzabile. Desidero avere i vostri pareri. --Marce79 (msg) 13:55, 15 lug 2015 (CEST)

Non vedo come il fatto che tu possa visualizzare (e all'occorrenza modificare) tre file di testo possa inficiare il fatto che il sistema operativo nel suo complesso (e in particolare il suo kernel) siano "closed source". Se poi vogliamo andare nel dettaglio:
  • config.sys è essenzialmente un file di configurazione.
  • autoexec.bat è uno script in esecuzione automatica per la personalizzazione del sistema (e quindi anch'esso, benché in senso lato, "file di configurazione").
  • Non farti trarre in inganno dal contenuto di msdos.sys nelle prime versioni di Windows (95, 98, ME), in cui anch'esso era un banale file di testo di configurazione: nei veri sistemi MS-DOS quel file conteneva il kernel, compilato e di cui di certo non ti davano i sorgenti. E comunque non è che Windows 95 fosse open-source perché msdos.sys era un file di testo: il kernel era solo stato spostato altrove (io.sys, in seguito winboot.sys), di nuovo senza libero accesso ai suoi sorgenti.
-- Rojelio (dimmi tutto) 14:17, 15 lug 2015 (CEST)