Discussione:Banca centrale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fairytale Trash No.svg In data 17 settembre 2004 la voce Banca centrale è stata mantenuta, nell'ambito di una procedura di cancellazione, in seguito al veto di uno o più utenti.
Consulta la pagina della discussione per eventuali pareri e suggerimenti.

[[1]] :riporta 2 definizioni di signoraggio (valore visuale-costo di ocniazione, cfr. wikipedia italiana e 2)interesse sulla moneta emessa). parla di tassa da inflazione sia per i governi che per le banche private.

è necessario specificare che la BCE emette denaro "prestandolo" agli stati membri. Questo significa che esercitano un diritto di signoraggio. Per i cittadini questo non è indifferente in quanto questo denaro viene addebitato invece che accreditato. Inoltre il governatore stabilisce autonomamente ed insindacabilmente il tasso di interesse che grava su tale "prestito". Questo meccanismo alimenta il debito pubblico degli stati. E' necessario specificare che in tale regime non è garantita la sovranità popolare monetaria e che nel trattato non è mai specificato di chi sia la proprietà della moneta Euro.--Lucio1964 08:21, 27 ago 2007 (CEST)

Conflitto interesse banche private Cancellato il paragrafo dato che è scritto senza un minimo di riferimento di fonte. Sarebbe da capire in base a che studio sia venuto fuori che la partecipazione al capitale dei privati si combaci a un minor requisito di riserve delle banche centrali. Dato che quasi tutte le banche centrali sono partecipate dallo stato allora dovremmo avere i tassi di riserva più alti della storia... non mi sembra cosi. Inoltre fa confusione mette in relazione la stabilità dei prezzi alla partecipazione del capitale sociale cose totalmente diverse, risultato un mischiotto. --Harrod (msg) 00:20, 30 set 2009 (CEST)

Indipendenza e compiti del BCN[modifica wikitesto]

I dati riportati nel paragrafo sono inesatti. L'articolo 105 non è dello statuto della BCE che riporta solo 50 articoli ma probabilmente dell'originale trattato dell'unione europea. La versione consolidata del trattato tratta l'argomento nel Articolo 127 (ex articolo 105 del TCE) e seguenti fino al 133. In particolare nell'art.132 è chiaramente indicato che il SEBC (sistema europeo di banche centrali) "formula raccomandazioni o pareri."

Indipendenza delle banche centrali[modifica wikitesto]

Bisognerebbe specificare cosa si intenda per autonomia e indipendenza della banca centrale, innanzitutto. Che l’indipendenza della banca centrale sia considerata vantaggiosa dagl’indirizzi di pensiero economico prevalenti (monetaristi in particolare, ma non solo) è un dato oggettivo, che questo abbia a che fare con le caratteristiche di una ‘moderna democrazia’ molto meno. In Italia l’indipendenza della banca centrale risale al 1982, e non credo si potesse dire che questo abbia avuto qualche rilevanza sul livello di democrazia del Paese, e non credo che si possa dire che l’Italia fino al 1982 non fosse una ‘moderna democrazia’. Questo vale per molti altri Paesi. Il precedente commento non firmato è stato inserito da Flauius Claudius Iulianus (discussioni contributi).

la frase dice è considerata una caratteristica vantaggiosa nelle moderne democrazie , non dice che incide sul grado di democraticità, si può anche togliere moderne democrazie e parlare di stati moderni --ignis Fammi un fischio 15:31, 23 dic 2011 (CET)

Secondo me rimane un po’ NPOV. ‘democrazie’ secondo me è assolutamente da evitare, per i motivi già detti. ‘moderni’ è vago, bisognerebbe scrivere un periodo in cui in Occidente si è cominciato a stabilire che le banche dovevano essere indipendenti. E specificare eventuali eccezioni rilevanti. ‘vantaggiosa’ è pure vago, bisognerebbe specificare vantaggioso per cosa, e secondo chi. Ci sono anche i critici dell’indipendenza della banca centrale (generalmente dicendo che questa indipendenza dal potere politico è di fatto indipendenza da qualsiasi controllo democratico). --Flauius Claudius Iulianus (msg) 18:00, 23 dic 2011 (CET)

i critici mi pare siano solo i complottisti del signoraggio, gli articoli accademici che ho visto ne parlano come un vantaggio --ignis Fammi un fischio 18:43, 23 dic 2011 (CET)

Il signoraggio non c’entra niente. Si veda qui: http://www.jstor.org/pss/20049203 un articolo in italiano (di carattere divulgativo) http://www.economiaepolitica.it/index.php/primo-piano/sovranita-monetaria-e-democrazia/ I seguaci della teoria economica neoclassica ed in generale i ‘liberisti’ (esclusi quelli che vogliono il ritorno alla parità aurea) sono sostenitori dell’indipendenza della banca centrale perché credono all’equilibrio di mercato. Coloro che ritengono che l’equilibrio possa essere garantito solo con l’intervento pubblico (i keynesiani, almeno quelli ‘ortodossi’ e i marxisti per ovvie ragioni) evidentemente non possono pensarla allo stesso modo. La teoria neoclassica è ampliamente predominante, ma non credo a tal punto da trasformarla in ‘la verità’. Poi credo che se non si spiega cosa s’intende per indipendenza si rischino molte incomprensioni: è anche possibile essere favorevoli a certe forme d’indipendenza, e contrari ad altre. Indipendenza in assoluto non vuol dire niente. La stessa Federal Reserve deve sottostare al congresso, è indipendente o no? La banca centrale della Nuova Zelanda dipende addirittura dal ministero dell’economia. Eppure si dice che l’ultimo statuto ne aumenta l’‘indipendenza’ rispetto a quello precedente. Credo sia evidente che non si possa risolvere la questione su un piano strettamente binario, ma si debbano catalogare varie forme d’indipendenza. --Flauius Claudius Iulianus (msg) 12:03, 24 dic 2011 (CET)

se vuoi migliorare la voce fai pure --ignis Fammi un fischio 15:44, 24 dic 2011 (CET)

Incipit fuori norma/errato[modifica wikitesto]

Vedi, inoltre:

- "emittente" non è il compito principale

- "emittente" può essere anche una banca commerciale o un'azienda

- "privato"? può essere anche statale; l'italiana è istituto di diritto pubblico

- "Di solito nascono su sollecitazioni di stati bisognosi di finanziare i deficit pubblici,..."; fonte?; afaik vengono/sono state istituite e regolamentate da stati

- "... ovvero la quota delle spese statali non coperte da imposizione fiscale, ..." = obsoleto xche redundante; specifica inopportuna per l'incipit

- "emissione di titoli" statali? afaik = compito del Ministero dell'Economia e Finanza (Italia, resto?)

- "anche al fine di impedire le frequenti crisi bancarie (con relative speculazioni) più probabili in sistemi economici in cui veniva riconosciuto a più banche private il diritto di emettere moneta." = specifica inopportuna per l'incipit

e mancano diversi punti essenziali(p.e. stabilità prezzi e moneta, interessi, indipendenza/dipendenza, banche centrali sovranazionali)--Sparko (msg) 19:15, 2 apr 2012 (CEST)