Discussione:Alpi Noriche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Viene riportato un testo del Signor Sergio Marazzi autore dell'Atlante "SOIUSA", con chi sono in contatto da ottobre 2008 , sulla voce "Alpi Noriche", il quale mi ha chiesto gentilmente di modificarla per essere coerenti con il suo lavoro.

"Il nome delle “Alpi Noriche” che è stato da me citato a pag. 203 dell’«Atlante orografico delle Alpi. SOIUSA» appositamente tra parentesi sia in tedesco “(= NORISCHE ALPEN)” che in italiano “(= Alpi Noriche)” come nome storico della sezione 19 della Soiusa non più usato da diversi decenni in Austria nella letteratura geografica e quindi neppure in Italia e in tutti gli altri Paesi, ma attualmente con il nome di “Steirisch-Kärntnerische Alpen” o “Gurktaler und Lavanttaler Alpen” (in italiano “Alpi di Siria e Carinzia” o “Alpi della Gurk-Lavanttal”), come accennato al punto 9 di pag. 36 nel capitolo “Modifiche apportate alla tradizionale «Partizione delle Alpi»”. Infatti, a conferma di questa ipotesi, il nome di “Norische Alpen” (Alpi Noriche) non appare più né nell’«Alpenvereinseinteilung der Ostalpen» (Suddivisione delle Alpi Orientali di DAV-ÖAV-AVS)del 1982 di Franz Grassler (cfr. 46 a. Nockberge e 46.b Lavanttaler Alpen, pag. 28) né nel «Geographische Raumgliederung Österreich» (Assetto geografico del territorio dell’Austria) del 1984 di Reinhard Mang (cfr. L. Gurktaler Alpen e M. Lavanttaler Alpen, pag. 30). Per quanto riguarda il vecchio nome di “Alpi Noriche” (Norische Alpen, non più in uso nella letteratura geografica alpina dell’Austria da alcuni decenni), va cancellato e sostituito in Wikipedia in lingua italiana con “Alpi di Stiria e Carinzia” oppure “Alpi Stiriano-Carinziane”, (cfr. pag. 203 della sezione 19 della SOIUSA e anche a pag. 36 nel punto 9 del capitolo “Modifiche apportate alla tradizionale Partizione delle Alpi”nell’Atlante orografico delle Alpi). A conferma di quanto sopra esposto basti confrontare l’allegata carta “Suddivisione delle Alpi” apparsa a pag. 3 nel capitolo di introduzione “Settore per settore, la suddivisione della catena alpina” di Lamberto Laureti ne l° volume dell'opera “Conoscere le Alpi” dell’Istituto Geografico De Agostini di Novara, 1992." S.Marazzi

Quanto qui sopra affermato mi trova concorde. Provvederò, poco alla volta a fare una nuova voce denominata Alpi di Stiria e Carinzia (attualmente è solo un redirect) come sezione della SOIUSA. Lascerò questa voce come voce storica. Saranno inoltre da correggere un gran numero di link. --Franco56 - (se vuoi, rispondi) 16:54, 9 giu 2010 (CEST)
✔ Fatto --Franco56 - (se vuoi, rispondi) 22:12, 9 giu 2010 (CEST)