Alpi Noriche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alpi Noriche
Großglockner from South.jpg
il Großglockner
ContinenteEuropa
StatiAustria Austria
Italia Italia
Catena principaleAlpi
Cima più elevataGroßglockner (3.798 m s.l.m.)

Le Alpi Noriche (in tedesco Norische Alpen) costituiscono un tratto della catena alpina, che si estende in Italia e in Austria.

Secondo la Partizione delle Alpi, le Alpi Noriche sono situate nelle Alpi Orientali, e vanno, nel loro complesso, dal Passo del Brennero al Passo di Schober, quest'ultimo nella zona centrale dell'Austria. Il tratto italiano, invece, va dal Passo del Brenero alla Sella di Dobbiaco, risultando quindi di una lunghezza che è meno della metà di quella complessiva.

Nella suddivisione didattica tradizionale seguita in Italia, spesso il settore italiano delle Alpi Noriche è considerato parte delle Alpi Atesine, che comprende anche le Alpi Retiche Orientali.

La Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino (SOIUSA) non usa affatto la dizione "Alpi Noriche", seguendo la più recente letteratura geografica in lingua tedesca.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Le Alpi Noriche prendono il nome dal Norico, regione storica che comprendeva la parte centrale dell'Austria, parte della Baviera (Germania), parte della Slovenia e parte dell'Italia.

Definizione della Partizione delle Alpi[modifica | modifica wikitesto]

Le Alpi Noriche (sezione 17) secondo la Partizione delle Alpi.

La Partizione delle Alpi del 1926 definisce le Alpi Noriche in modo molto esteso, a cavallo dell'Austria e dell'Italia.

Esse costituiscono la sezione n. 17, collocata nelle Alpi orientali. Vanno dal Passo del Brennero sino al Passo di Schober (2.667 m). Esse comprendono i seguenti gruppi:

Secondo questa classificazione, le Alpi Noriche comprendono il punto più settentrionale del territorio italiano: la Vetta d'Italia (2.915 m). La cima più alta delle Alpi Noriche è il Gran Pilastro (3.510 m). Altre cime importanti del gruppo sono il Monte Mesule (3.479 m), la Cima di Campo (3.418 m), il Sasso Nero (3.370 m), il Monte Lovello (3.378 m), la Croda Alta (3.287 m) ed il Monte Fumo (3.250 m).

Nella letteratura in lingua tedesca[modifica | modifica wikitesto]

La definizione "Alpi Noriche", nella letteratura tedesca ed austriaca, per alcuni decenni ha individuato le Alpi di Stiria e Carinzia. La definizione di Alpi Noriche non è usata in testi recenti austriaci o tedeschi.

Confronti[modifica | modifica wikitesto]

Da un confronto tra la definizione della Partizione delle Alpi e la moderna SOIUSA si può dire che le Alpi Noriche, come definite dalla Partizione delle Alpi, comprendono circa le seguenti sezioni della SOIUSA:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le Alpi scistose tirolesi secondo la Partizione delle Alpi sono suddivise tra le Alpi Noriche e le Alpi Salisburghesi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Marazzi, Atlante Orografico delle Alpi. SOIUSA, Pavone Canavese (TO), Priuli & Verlucca editori, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN247383855 · WorldCat Identities (EN247383855
Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Montagna