Dimensioni del pene umano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il diagramma mostra come eseguire la misura della lunghezza e della circonferenza di un pene umano eretto

La misura più accurata della dimensione del pene umano può essere derivata da diverse misure in momenti diversi in quanto variazioni minori di dimensione dipendono dal livello di eccitazione, dall'ora del giorno, dalla temperatura ambiente, dalla frequenza dell'attività sessuale e dall'affidabilità della misura.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Quando paragonato ad altri primati, come il gorilla, il pene umano è più grande sia in termini assoluti sia in relazione al resto del corpo. Da dati rilevati in passato si è visto che se la misurazione si effettuava in regime di auto-misurazione veniva riscontrata una media significativamente più elevata rispetto alla misura eseguita da un medico in modo professionale. A partire dal 2015 una revisione sistematica delle migliori ricerche su questo tema ha concluso che la lunghezza media di un pene umano eretto è di circa 13,12 ± 1,66 cm (5,17 ± 0,65 in).[senza fonte] La lunghezza del pene flaccido è generalmente un indicatore poco affidabile della lunghezza dello stesso pene eretto.

La maggiore parte della crescita del pene umano avviene tra l'infanzia e l'età di cinque anni e tra circa un anno dall'inizio della pubertà e circa 17 anni di età al più tardi. Non è stata trovata alcuna correlazione statisticamente significativa tra la dimensione del pene e la dimensione di altre parti del corpo. Alcuni fattori ambientali oltre alla genetica, come la presenza di disgregatori endocrini, possono influenzare la crescita del pene. Un pene adulto con una lunghezza eretta inferiore a 7 cm (2,8 in), ma normalmente conformato, è indicato in medicina come micropene.

La dimensione del pene è positivamente correlata con i livelli di testosterone aumentati durante la pubertà. Tuttavia dopo la pubertà la somministrazione di testosterone non è in grado di influenzare la dimensione del pene e la carenza di androgeni negli uomini adulti comporta solo una ridotta riduzione delle dimensioni. Anche l'ormone della crescita (GH) e il fattore di crescita IGF-1 sono coinvolti nella dimensione del pene, con un passivo (come quello osservato nella deficienza di ormoni della crescita o sindrome di Laron) in stadi critici di sviluppo che hanno il potenziale di provocare micropeni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'affresco di Priapo a Pompei raffigura una bilancia che pesa il pene mentre sull'altro piatto viene usato come peso dell'oro: gli antichi romani ammiravano il grande pene di Priapo

La percezione della dimensione del pene è specifica della cultura. Nella antica Grecia e nell'arte rinascimentale un piccolo pene non circonciso era percepito come desiderabile in un uomo, mentre un pene grande o circonciso era considerato comico o grottesco. Nell'antica Roma i canoni si ribaltano come nella letteratura araba in cui una dimensione del pene più grande è preferibile. I maschi possono facilmente sottovalutare la dimensione del proprio pene rispetto a quello degli altri e molti uomini che credono che il loro pene sia di dimensioni inadeguate hanno peni di media grandezza. La percezione di avere un grande pene è spesso legata a una maggiore autostima. La dimensione del pene si può ridurre a causa della formazione di tessuto cicatriziale in una condizione medica chiamata malattia di Peyronie. I venditori di prodotti di ingrandimento del pene sfruttano la paura di inadeguatezza, ma non esiste consenso nella comunità scientifica su qualsiasi tecnica non chirurgica che aumenti in modo permanente sia lo spessore sia la lunghezza di un pene eretto che già rientra nella gamma normale.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Anatomia Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia