Didier de La Cour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Didier de La Cour (Montzéville, dicembre 1550Verdun, 14 novembre 1623) è stato un abate francese, riformatore benedettino e iniziatore della congregazione dei Santi Vitone e Idulfo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una nobile famiglia lorenese economicamente decaduta, entrò diciottenne nel monastero di San Vitone a Verdun e studiò all'università di Pont-à-Mousson, dove strinse amicizia con Pierre Fourier, futuro riformatore dei canonici regolari in Lorena.

Divenuto priore di San Vitone, introdusse delle riforme dirette alla restaurazione del primitivo rigore della regola di san Benedetto: la sua riforma si estese rapidamente ad altri monasteri della Lorena e le abbazie riformate diedero origine alla congregazione dei Santi Vitone e Idulfo.

Morì all'età di settantadue anni come semplice monaco.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gérard Michaux, Dom Didier de La Cour et la réforme des Bénédictins de Saint-Vanne, in Dominique-Marie Dauzet e Martine Plouvier (a cura di), Les Prémontrés et la Lorraine XII-XVIII siècle, pp. 125–144, Beauchesne, Paris 1998. ISBN 2701013682.